sergionava

Startuppers italiani all’assalto dei monopoli – da Londra

In Storie di Talenti on 9 febbraio 2015 at 09:00

Siamo sempre stati convinti che la concorrenza -anche nel mercato dell’intermediazione dei diritti d’autore- sia legittima e auspicabile, perché produce effetti positivi, spingendo gli attori a operare meglio e in condizioni di efficienza”: Francesco Danieli, 34 anni, è CEO della start-up Soundreef, made in UK, ma con cuore e cervello assolutamente italiano.

Francesco, originario del Veneto, espatria giovanissimo verso la Gran Bretagna: nei primi anni a Londra alterna il suo impegno nel settore musicale, con quello per l’informatica e internet…

…fino a quando -Oltremanica- non avviene l’incontro con un altro “expat” italiano, Davide D’Atri. Davide è l’ospite della puntata odierna. In UK lui si era trasferito per studiare Economia alla University of Essex, seguita da un Master in International Business Economics alla City University of London.

Insieme fondano una prima start-up, Beatpick, seguita dall’attuale azienda, Soundreef. Il concetto alla base di Soundreef è semplice: “autorizza spazi commerciali ed organizzatori di concerti all’utilizzo di musica per conto dei propri associati. Inoltre, raccoglie e distribuisce le royalties, fornendo un’alternativa alle tradizionali società di collecting musicale“.

Lo scorso autunno Soundreef vince una storica causa a Milano, intentata per inibire la sua attività in Italia, sulla base dell’articolo 108 sulla legge del diritto d’autore, che attribuisce alla Siae la gestione dei diritti. Una prima assoluta, destinata a fare giurispreudenza, nell’ambito dei monopoli.

Londra è una fucina di nuove idee imprenditoriali, un catalizzatore di menti brillanti. Purtroppo la ricchezza più importante dell’Italia, i suoi giovani, hanno smesso di credere nel Paese, e hanno seguito la strada dell’emigrazione, per poter coltivare i propri sogni“, riflette Francesco. Invece Davide in Italia ci è tornato. E vede un Paese da ricostruire… non da abbandonare.

Nella rubrica “Expats” nuovo appuntamento con la rubrica “Andata”, a cura di Aldo Mencaraglia di Italiansinfuga. Aldo oggi ci insegna un piccolo trucco: quando si decide l’espatrio, meglio cominciare scartando le destinazioni dove è preferibile non andare…

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

La discussione di febbraio: Gli ultimi dati AIRE raccontavano il boom di espatrio di italiani verso la Gran Bretagna, mentre l’ondata migratoria generale proseguiva, sfiorando i 100mila espatri l’anno. Pensate che questi numeri aumenteranno, nel 2015? La fuga dall’Italia continuerà a crescere? E la Gran Bretagna si confermerà il maggior polo di attrazione? O ci saranno nuove mete?”

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione e letti in onda alla fine di ogni mese.

Iniziativa Twitter – Hashtag del mese: #ondamigratoria

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 14 febbraio, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: