sergionava

Archive for giugno 2015|Monthly archive page

La Nuova Emigrazione professionale a Londra

In Storie di Talenti on 29 giugno 2015 at 09:00

Puntata speciale, a suggellare la chiusura della stagione 2014-2015 di “Giovani Talenti”: ci spostiamo a Londra, per raccontarvi in presa diretta la nuova emigrazione italiana nella capitale britannica, da diversi anni destinazione preferita dai nostri “under 40” in cerca di opportunità e di un futuro.

Lo facciamo con tre storie di nuova emigrazione: Antonio Giuliana, 29enne imprenditore e sviluppatore di software; Davide Papini, 30 anni, ricercatore universitario, e Claudio Binu, 30 anni, selezionatore delle risorse umane.

Attraverso i loro occhi e la loro esperienza proviamo a capire quali opportunità Londra effettivamente offra ai nostri giovani di talento. E quali sono -allo stesso tempo- le sfide e i rischi da affrontare, per emergere in un ambiente tanto meritocratico quanto competitivo.

Ospite della puntata è Alessio Forte, del team di volontari italiani che ha lanciato meno di un anno fa il progetto “Benvenuto a Bordo”, mirato all’accoglienza e all’orientamento pratico degli italiani in arrivo nella capitale britannica.

La puntata di “Giovani Talenti” è stata registrata per l’occasione proprio nei locali londinesi di “Benvenuto a Bordo”, che ci ha ospitati.

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

La discussione di giugno: “Quali sono i vostri piani per l’autunno? Andare via, restare qui e provarci, o -più semplicemente- siete ancora in dubbio? Vi vedete in fuga, resistenti… o “globali”?”

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione e letti in onda alla fine di ogni mese.

Iniziativa Twitter – Hashtag del mese: #pianidivita

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata, la prima di “Giovani Talenti Estate”: sabato 4 luglio, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Duecentoottantatreesima puntata di “Giovani Talenti” – Radio 24

In Fuga dei giovani on 27 giugno 2015 at 09:00

Duecentoottantatreesima puntata di “Giovani Talenti“, la trasmissione di Radio 24 che vi racconta -ogni settimana- la nuova emigrazione professionale italiana.

Ultima puntata stagionale: chiudiamo la stagione 2014-2015 in grande stile, con una puntata speciale “polifonica” da Londra…

Appuntamento -per saperne di più- alle 13.30 (CET) su Radio 24!

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

La discussione di giugno: “Quali sono i vostri piani per l’autunno? Andare via, restare qui e provarci, o -più semplicemente- siete ancora in dubbio? Vi vedete in fuga, resistenti… o “globali”?”

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione e letti in onda alla fine di ogni mese.

Iniziativa Twitter – Hashtag del mese: #pianidivita

Il link al blog del programma: CLICCA QUI

Le frequenze di Radio 24: CLICCA QUI

Il Podcast di Radio 24 (per chi volesse ascoltare la puntata registrata o si trovasse all’estero): CLICCA QUI

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Il vero problema? L’emigrazione

In Fuga dei giovani on 24 giugno 2015 at 09:00

ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”! SOTTOSCRIVI L’OPZIONE CLICCANDO “FOLLOWING” IN FONDO A QUESTA PAGINA!

Al di là delle “emergenze immigrazione”, che vengono troppo spesso usate per fini politici (non che quese emergenze non esistano, come le ultime settimane ci hanno insegnato, ma occorre distinguere sempre i fatti dalle polemiche strumentali), a mente fredda estrapoliamo qualche dato Istat, dall’ultimo Bilancio Demografico Nazionale:

-rileva l’Istat che -da alcuni anni- l’immigrazione dall’estero sta persino rallentando, “tanto che nel 2014 riesce a malapena a contenere la perdita di popolazione, dovuta a un saldo naturale fortemente negativo“;

-gli iscritti all’anagrafe provenienti da un Paese estero sono stati lo scorso anno 280mila, il 90% dei quali di nazionalità straniera;

gli italiani che hanno deciso di tornare in patria dopo un periodo oltreconfine restano una cifra purtroppo irrisoria: poco meno di 30mila in un anno;

secondo l’Istat, lo scorso anno hanno lasciato la Penisola 136mila persone, di qui quasi 90mila erano italiani (qui i dati sono inferiori di 10mila unità rispetto ai conteggi Aire, che li stimava appena sopra quota 100mila);

a conti fatti, quindi, rispetto agli ultimi anni, cala il numero di immigrati e aumenta -parallelamente- il numero di emigrati. Lo ammette la stessa Istat. Che precisa: “il saldo tra i due flussi in entrata e in uscita è pari a 140mila unità circa. Suddividendo per cittadinanza emerge che il bilancio per gli italiani è negativo (-60mila), mentre è positivo per gli stranieri (+200mila).

A questi dati statistici aggiungiamo la più recente ricerca dell’Istituto Toniolo, col “Rapporto Giovani”: da questa emerge come i giovani del Sud sono i nuovi emigranti. Uno su due dichiara di essere pronto ad un espatrio. La tendenza all’emigrazione cresce, col salire del titolo di studio: l’86% dei laureati è pronto a fare le valigie verso altre aree geografiche, il 52% dei “dottori” guarda all’estero.

Sono dati che non possiamo ignorare: dati che ci raccontanto come l’emergenza emigrazione non sia assolutamente finita. Anzi, continua ad acuirsi.

Non ci sarà ripresa, se le forze migliori del Paese continueranno a guardare fuori, come unica opportunità di futuro. E come unica speranza.

Progettare i pagamenti del futuro – in Germania

In Storie di Talenti on 22 giugno 2015 at 09:00

Quello che mi ha deluso di più è il mondo del lavoro italiano: dall’Italia non ho ricevuto alcuna offerta di impiego interessante in termini di innovazione, o niente che potesse permettermi di sfruttare tutto ciò che avevo studiato duramente all’università“: è una denuncia senza mezzi termini quella di Alberto Bandettini, 30 anni, consulente per il Mobile Commerce, di stanza in Germania.

Il percorso di Alberto prende le mosse con una laurea triennale in Informatica, seguita da una specialistica a Pisa in “Computer and Science Networking”. Il corso di specializzazione è svolto in collaborazione con la Scuola Superiore Sant’Anna, uno dei nostri centri di eccellenza.

Alberto si laurea con 110 e lode, primo studente in Italia a completare questa specializzazione: quale Paese trova ad accoglierlo, pronto a valorizzarne iter di studi e competenze? Beh… Alberto trova un Paese che ha bisogno sostanzialmente -e al massimo- di programmatori, una qualifica che avrebbe richiesto meno anni di studio e meno sforzi sui libri e nelle aule. Per farla breve, lui è troppo qualificato, per l’Italia.

A soli tre mesi dal titolo ho accettato così di muovermi con la famiglia a Toronto, in Canada, dove mi veniva offerto un posto di lavoro nel gruppo tecnico di un importante e innovativo progetto presso la Rogers, il più grande Mobile Network Operator canadese“, annota Alberto.

In quegli anni diventa un esperto di pagamenti “virtuali”, via cellulare, una tecnologia che sta avendo un fortissimo sviluppo, e che si presenta come uno dei metodi di pagamento del futuro.

Due anni e mezzo dopo Alberto prende la decisione di tornare in Europa, ma non in Italia: sceglie la Germania. “L’ho fatto per condividere la conoscenza appresa nello sviluppo di queste soluzioni“. Così sintetizza le ragioni della sua scelta.

Ospite della puntata è Andrea Sapienza, Delivery Manager per un’importante multinazionale delle telecomunicazioni, sempre in Germania. Andrea, a differenza di Alberto, ha lavorato anche in Italia. Con lui avviamo un paragone sui diversi modi di lavorare, tra la Penisola e il mondo tedesco.

Nella rubrica “Expats” ci spostiamo invece nel profondo nord dell’Europa, in Norvegia, per raccontare sfide e opportunità di un espatrio in Scandinavia. Lo facciamo con Camilla Bonetti, ideatrice del blog “Norvegiani”.

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

La discussione di giugno: “Quali sono i vostri piani per l’autunno? Andare via, restare qui e provarci, o -più semplicemente- siete ancora in dubbio? Vi vedete in fuga, resistenti… o “globali”?”

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione e letti in onda alla fine di ogni mese.

Iniziativa Twitter – Hashtag del mese: #pianidivita

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 27 giugno, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Duecentoottantaduesima puntata di “Giovani Talenti” – Radio 24

In Fuga dei giovani on 20 giugno 2015 at 09:00

Duecentoottantaduesima puntata di “Giovani Talenti“, la trasmissione di Radio 24 che vi racconta -ogni settimana- la nuova emigrazione professionale italiana.

Il tema al centro di questa puntata è il capitale umano. E l’utilizzo che l’Italia ne fa. Sforniamo profili di alto livello, dalle nostre università e dai nostri centri di eccellenza. Ma, troppo spesso, il nostro sistema produttivo semplicemente non è in grado di offrire loro opportunità in grado di convincerli a restare.

Dove abbiamo sbagliato? Proviamo a capirlo con una storia che ci arriva dalla Germania, più precisamente dal settore informatico…

Appuntamento -per saperne di più- alle 13.30 (CET) su Radio 24!

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

La discussione di giugno: “Quali sono i vostri piani per l’autunno? Andare via, restare qui e provarci, o -più semplicemente- siete ancora in dubbio? Vi vedete in fuga, resistenti… o “globali”?”

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione e letti in onda alla fine di ogni mese.

Iniziativa Twitter – Hashtag del mese: #pianidivita

Il link al blog del programma: CLICCA QUI

Le frequenze di Radio 24: CLICCA QUI

Il Podcast di Radio 24 (per chi volesse ascoltare la puntata registrata o si trovasse all’estero): CLICCA QUI

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Start Up… di famiglia

In Giovani Italians on 17 giugno 2015 at 09:00

ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”! SOTTOSCRIVI L’OPZIONE CLICCANDO “FOLLOWING” IN FONDO A QUESTA PAGINA!

E’ incoraggiante sapere che -dati Cerved /Italia  StartUp alla mano- lo scorso anno hanno ripreso a crescere le imprese innovative in Italia: 275mila, +2,3% sul 2013. Crescono pure gli imprenditori che lanciano il loro primo progetto imprenditoriale -171mila- e il numero di startup innovative (+36%).

E’ incoraggiante sapere che -secondo Unioncamere- a scommettere sul futuro con un’idea di impresa sono sempre di più i giovani. In particolare i giovani del Sud, con un forte segno di riscossa che arriva dal nostro Mezzogiorno.

E’ però meno incoraggiante leggere i dati a campione confezionati da una ricerca dell’università di Bologna e da Aster: ci raccontano che in Italia una start-up, nove volte su dieci, nasce con i soldi dei genitori o dei parenti.

Solo nel restante 10% dei casi intervengono fondi di banche o istituzioni finanziarie, oppure partecipazioni di aziende industriali. Quasi inesistente il Venture Capital, anima e motore della Silicon Valley (solo lo 0,4%).

C’è ancora molta strada da fare. Soprattutto culturale…

Talenti (anche al femminile) in Silicon Valley…

In Storie di Talenti on 15 giugno 2015 at 09:00

Prima di due puntate speciali del mese di giugno a “Giovani Talenti”: voliamo fino in California, per raccontarvi storie di innovatori e innovatrici italiani, che sul Pacifico ce l’hanno fatta.

Lo facciamo con il giornalista Roberto Bonzio, ideatore del progetto “Italiani di Frontiera”, da poche settimane in libreria con l’omonimo libro: attraverso le sue parole vi racconteremo storie e aneddoti dalla Silicon Valley. Storie di giovani talenti che hanno realizzato i propri progetti e coronato i propri sogni, in un ecosistema virtuoso e innovativo.

Insieme a Roberto Bonzio “smonteremo” anche alcuni modelli culturali italiani… provando a tracciare un cambio di passo. E superando barriere spesso solamente legate a una mentalità sbagliata. Proveremo a rispondere a una domanda di fondo: come rendere l’Italia un Paese moderno e innovatore, grazie anche ai nostri migliori talenti espatriati?

Infine, vi porteremo anche una testimonianza “al femminile” dalla Silicon Valley: con noi Irene Ciuci, basata a San Francisco.

Nella rubrica “Expats” ci spostiamo invece a Berlino, un’altra delle capitali mondiali dell’innovazione, nonché “magnete” di giovani italiani in cerca di opportunità. Lo facciamo con il libro “Tutti a Berlino, Guida pratica per gli italiani in fuga”. Ce ne parla uno dei co-autori, Simone Buttazzi.

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

La discussione di giugno: “Quali sono i vostri piani per l’autunno? Andare via, restare qui e provarci, o -più semplicemente- siete ancora in dubbio? Vi vedete in fuga, resistenti… o “globali”?”

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione e letti in onda alla fine di ogni mese.

Iniziativa Twitter – Hashtag del mese: #pianidivita

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 20 giugno, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

 

Duecentoottantunesima puntata di “Giovani Talenti” – Radio 24

In Fuga dei giovani on 13 giugno 2015 at 09:00

Duecentoottantunesima puntata di “Giovani Talenti“, la trasmissione di Radio 24 che vi racconta -ogni settimana- la nuova emigrazione professionale italiana.

Prima delle due puntate speciali che vi regaliamo a giugno: oggi ci trasferiamo armi e bagagli in Silicon Valley, con uno dei maggiori esperti italiani di innovazione e talenti “made in California”. Ci racconterà storie di giovani connazionali che -sul Pacifico- ce l’hanno fatta.

E cercheremo di regalarvi anche una testimonianza “al femminile”…

Appuntamento -per saperne di più- alle 13.30 (CET) su Radio 24!

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

La discussione di giugno: “Quali sono i vostri piani per l’autunno? Andare via, restare qui e provarci, o -più semplicemente- siete ancora in dubbio? Vi vedete in fuga, resistenti… o “globali”?”

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione e letti in onda alla fine di ogni mese.

Iniziativa Twitter – Hashtag del mese: #pianidivita

Il link al blog del programma: CLICCA QUI

Le frequenze di Radio 24: CLICCA QUI

Il Podcast di Radio 24 (per chi volesse ascoltare la puntata registrata o si trovasse all’estero): CLICCA QUI

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Laureati & Disoccupati

In Giovani Italians on 10 giugno 2015 at 09:00

ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”! SOTTOSCRIVI L’OPZIONE CLICCANDO “FOLLOWING” IN FONDO A QUESTA PAGINA!

Ancora sul capitale umano: continuiamo oggi la nostra battaglia per denunciare come il sistema-Italia debba urgentemente cambiare passo, sul fronte della valorizzazione dei suoi giovani più qualificati.

A supporto portiamo due dati molto preoccupanti:

-secondo Eurostat, nella Penisola meno della metà dei laureati (fascia di età 20-34 anni)  risulta occupato entro i tre anni dal conseguimento del titolo, percentuale di quasi trenta (!) punti inferiore alla media europea (a 28 Paesi, compresi quelli dell’Est). In Italia lavorano a tre anni dalla laurea il 49,6% dei “dottori” – contro una media UE del 78,2%. Solo un Paese fa peggio di noi a livello continentale: la Grecia;

-persino nella “ricca” Lombardia le cose non vanno poi tanto meglio: secondo l’ultimo rapporto Almalaurea, poco meno del 40% dei laureati delle nove università lombarde risulta occupato, a un anno dal titolo. Ironicamente, queste percentuali di occupazione sono comunque migliori, rispetto alla media nazionale. Il 7% di loro prende la valigia ed emigra all’estero.

Quando capiremo che un Paese che non alza l’asticella d’impiego, puntando sulle sue risorse più qualificate ed istruite… semplicemente non ha futuro? Quando faremo sì che il nostro modello produttivo si evolva?

Un Ricercatore in Repubblica Ceca

In Storie di Talenti on 8 giugno 2015 at 09:00

Dopo la laurea in Chimica Industriale e una tesi nel settore delle nanotecnologie presso “La Sapienza” di Roma ho tentato tutte le strade, pur di inserirmi nel campo della ricerca accademica, o della produzione industriale in Italia“: le ha provate davvero tutte, insomma, Antonio Di Martino, 30 anni, dottorando e ricercatore in Repubblica Ceca, prima di fare le valigie. Poi ha scelto l’Est Europa.

Antonio punta, come molti colleghi, al dottorato, per dedicarsi alla ricerca nel settore biomedico. “Dopo la laurea magistrale ho continuato a lavorare per un po’ di mesi, a titolo gratuito, presso l’università, sperando di poter ottenere una borsa. Purtroppo, l’assegnazione delle borse non va per merito, ma per raccomandazione. Non avendone una, mi è stato proposto di accedere senza“, ricorda ora.

Ovviamente scatta il rifiuto. Il “no, grazie”. E la ricerca di un impiego all’estero, che è tutto, tranne che una passeggiata. Antonio cerca bandi di dottorato oltreconfine, mettendone nel mirino uno in Repubblica Ceca. Ma serve un certificato che attesti la buona conoscenza della lingua inglese. Lui non si rassegna, e parte per Londra, dove trascorrerà interi mesi a fare lavori umili, ben al di sotto della sua qualifica, pur di preparare l’esame linguistico.

Alla fine Antonio ottiene il tanto agognato Toefl, invia la propria candidatura, e viene accettato alla Tomas Bata University di Zlin, dove diviene PhD.. A Est, oltre l’ex-cortina di ferro, Antonio sperimenta un ambiente di ricerca all’avanguardia, contrassegnato sia da una fortissima mobilità internazionale, che lo porta a lavorare per lunghi periodi in Lituania e in Siberia, sia da una meritocrazia a tratti spietata, ma incentrata unicamente sui risultati che si portano a casa. Senza raccomandazioni o “carri professoriali” su cui salire, secondo la convenienza del momento.

L’unico peccato è che avrei voluto realizzare quanto sto facendo in Italia. Ma ho ricevuto fiducia in Repubblica Ceca e in Russia. Forse è meglio così“, conclude -amaro- Antonio.

Ospite della puntata è Marco Bramosanti, dottorando in Scienze Chimiche all’Università La Sapienza. Per Marco, anche lui laureato in Chimica Industriale, una storia paradossalmente “al contrario”, rispetto a quella di Antonio. Perché lui punta in primis ad un percorso lavorativo esterno all’università, trovando solo proposte di stage, sempre più al ribasso. A dargli un’opportunità, arriva così proprio l’accademia italiana…

Nella rubrica “Expats”, come ogni primo sabato del mese, i consigli di Aldo Mencaraglia di “Italiansinfuga”: questo mese Aldo ci spiega come approfittare della pausa estiva, per pianificare un espatrio lavorativo.

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

La discussione di giugno: “Quali sono i vostri piani per l’autunno? Andare via, restare qui e provarci, o -più semplicemente- siete ancora in dubbio? Vi vedete in fuga, resistenti… o “globali”?”

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione e letti in onda alla fine di ogni mese.

Iniziativa Twitter – Hashtag del mese: #pianidivita

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 13 giugno, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24