sergionava

Archive for aprile 2017|Monthly archive page

Dall’Est all’Ovest… USA – Trecentosettantaduesima Puntata

In Storie di Talenti on 22 aprile 2017 at 09:00

Se dovessi riassumere la mia storia, mi viene da dire che è stata un tortuoso cammino all’insegna della ricerca di un ambiente aperto, multiculturale, senza pregiudizi (dove io possa anche andare in ufficio in ciabatte…), e in cui nessuno mi chieda quanti anni ho, prima di affidarmi responsabilità“. Riassume così Matteo Zanella, 34enne Senior Product Manager in California, il suo percorso internazionale.

Matteo si iscrive in Ingegneria Informatica: fin dagli anni universitari manifesta interesse verso le esperienze all’estero, con un anno di scambio alla University of California e un semestre in Erasmus a Valencia.

Nel marzo del 2007 si laurea, dopodichè inizia a lavorare nella Penisola: la svolta arriva un paio d’anni dopo, quando decide di iniziare un MBA negli Stati Uniti.

Con non pochi sacrifici, si sposta a New York, dove completa l’MBA: di fronte alla scelta se tornare in Italia o restare Oltreoceano, sceglie la seconda opzione – l’ambiente di lavoro della Penisola non lo attira nè convince più.

Tre anni fa l’ultima sfida, con il trasferimento in California: prima un passaggio a Facebook, poi l’approdo al lavoro attuale, in un’azienda che -negli anni- ha visto crescere esponenzialmente.

Ospite della puntata è il giornalista Roberto Bonzio, ideatore del progetto “Italiani di Frontiera”: con lui torniamo a parlare delle ultime novità dalla Silicon Valley. Chi sono i giovani italiani innovativi che più si stanno distinguendo nel West americano? Che aria tira, soprattutto, dopo l’arrivo di Donald Trump alla Casa Bianca?

Nella rubrica “Expats” focus su un’iniziativa estremamente interessante, che la nostra comunità di italiani in Francia ha lanciato recentemente: il portale “ViverelavorareinFrancia”, una guida pratica per i connazionali che intendono trasferirsi Oltralpe. Ce ne parla Patrizia Molteni, presidente di “Italia in Rete”.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 29 aprile, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Una Post-Doc a Colonia – Trecentosettantunesima Puntata

In Storie di Talenti on 15 aprile 2017 at 09:00

Non sarebbe corretto affermare che in Italia per me non ci fossero occasioni. Lavoro da fare ce n’era, ma limitato nel tempo, frammentato in progetti molto diversi tra loro e -soprattutto- in un tempo in cui tutto è sospeso: sia per la durata della “gavetta”, sia per la direzione in cui si andava“: così Vera Lomazzi, 38enne post-doc a Colonia, ricorda il periodo di lavoro nella Penisola.

Vera si iscrive tardi in università, dopo aver iniziato a lavorare non appena diplomatasi: una volta laureata, prosegue gli studi con un Dottorato in Sociologia e Metodologia della Ricerca Sociale. Il dottorato la porta a fare le prime esperienze di lavoro in Olanda e in Germania. Successivamente, parte anche per il Libano.

Fino al 2015, quando arriva per lei il vero “salto di qualità”: l’offerta di un posto in una università scozzese, ad Aberdeen. Posto che lei lascia un anno dopo, soprattutto per riavvicinarsi alla famiglia in Italia – cogliendo al volo l’opportunità di un post-doc al prestigioso Leibniz Institute di Colonia.

Vera in realtà si candida senza troppe speranze per il posto… e invece ecco arrivare la proposta di lavoro. In Germania scopre un mondo accademico fondato sulla meritocrazia: attualmente Vera prosegue la sua vita da pendolare tra Italia (dove ha la famiglia) e Germania (dove ha il lavoro).

Ospite della puntata è il professor Ferruccio Biolcati, docente associato di Sociologia all’Università degli Studi di Milano. Con lui ampliamo lo sguardo alle opportunità accademiche nel settore delle Scienze Sociali in Italia.

Nella rubrica “Expats” continuiamo a restare nel “mondo radiofonico”: lo facciamo parlandovi di “Radio Nuova York”, emittente web che racconta gli italiani nella Grande Mela. Con noi Alberto Polo Cretara, fondatore della radio.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 22 aprile, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Dalla Russia… per lavoro – Trecentosettantesima Puntata

In Storie di Talenti on 8 aprile 2017 at 09:00

La mia decisione di lasciare l’Italia non è stata dettata da esterofilia, ma piutttosto dalla voglia di futuro“: così Antonio Alizzi, 34enne primo presidente di una delle maggiori case editrici russe, racconta il perchè del suo espatrio a Mosca. Espatrio foriero di una carriera ad alto livello.

Antonio nasce in Germania, da genitori siciliani emigrati: a sei anni rientra nell’isola. Dopo la maturità, prende la decisione di lasciare anch’egli la Sicilia, per studiare a Milano, Scienze della Comunicazione. Più tardi si sposterà sulle Relazioni Internazionali.

Antonio completa la sua formazione con un Master -prima- e un Dottorato di Ricerca – poi, una strada che gli spalanca le porte dell’insegnamento in accademia, a Verona.

Sul medio periodo, però, cominciano a pesare le difficoltà di avere una prospettiva, in ateneo: “l’entusiasmo, che è stato il carburante per quattro anni, ad un certo punto ha ceduto il passo alla paura. Paura di non farcela, paura di aver sbagliato tutto, paura di non poter programmare il futuro senza certezze, paura di non avere più credibilità, per poter ispirare i ragazzi“, ricorda Antonio.

La decisione di spostarsi nel mondo dell’impresa è consequenziale: coglie al volo la possibilità di un lavoro presso una multinazionale italiana, che -dopo un periodo di training– lo manda in missione in Russia.

La Russia non era mai stata nei miei piani, anzi… ho reagito con un certo sconforto e sospetto, quando mi è stata prospettata come possibile destinazione“, ricorda ora Antonio.

La realtà si mostra ben diversa: nonostante le comprensibili difficoltà di adattamento, a Mosca resta circa due anni e mezzo in distacco dall’azienda italiana, prima di accettare un’offerta di impiego difficilmente rifiutabile.

Se accetti di lavorare insieme a me, cambieremo il mondo dei media. Lo faremo assieme, e non solo in Russia“, gli propone il presidente del suo attuale gruppo editoriale, uno dei più grandi nel Paese. Antonio ne è attualmente primo vicepresidente.

La Russia è un Paese di contraddizioni e forti contrasti, che vivono in una sorta di quiete cosmica“: così Antonio descrive il suo Paese “di adozione”.

Nella rubrica “Expats” ci spostiamo in Messico, per raccontarvi la nostra comunità di ricercatori espatriati nel Paese centroamericano. Lo facciamo con Emilia Giorgetti, addetta scientifica dell’Ambasciata italiana, che ne ha censito la presenza, e che sta cercando di creare forme aggregative.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 15 aprile, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Coppie che Tornano… anche dalla Silicon Valley – Trecentosessantanovesima Puntata

In Storie di Talenti on 1 aprile 2017 at 09:00

Siamo estremamente eccitati dall’idea di tornare in un ambente tecnologico giovane ed emergente, dove possiamo avere un impatto reale, riportando indietro quanto appreso in Silicon Valley“: così Stefano Bernardi, 30 anni, venture capitalist, raccontava -poco più di un anno fa e sul web- l’idea di rientrare in Italia, dopo diversi anni negli USA.

Quella che vi raccontiamo questa settimana non è una “classica” storia di rientro nella Penisola, legata al lavoro: questa settimana vi parliamo di giovani coppie che decidono di tornare in Italia -anche da destinazioni molto ambite- in primis per dare una prospettiva di qualità di vita ai propri figli.

Stefano studia Ingegneria Informatica nella Penisola, dopodichè entra presto nell’ambiente italiano delle start-up. Poi la prima “scommessa”: con la moglie Elena si trasferisce a San Francisco, dove in pochi anni si fa largo nell’ambiente delle aziende ad alto tasso innovativo e nel venture capital, che si trasformerà col tempo nella sua principale occupazione.

Infine, più recentemente, la seconda “scommessa”: il rientro in Italia con la famiglia, in Trentino, per dare priorità alla dimensione di vita, rispetto a quella lavorativa. Sotto questo punto di vista, l’Italia è “attrattiva”? Ed è in grado soprattutto di fornire prospettive di medio-lungo periodo professionali, a chi decide di investirvi?

Ospite della puntata è Elena Petrucciano, moglie di Stefano. Con lei affrontiamo -dal suo punto di vista- i motivi della scelta di rientro, focalizzandoci in particolare sul suo attuale percorso lavorativo nella Penisola. L’Italia è un Paese in grado di valorizzare talenti con esperienza internazionale alle spalle?

Nella rubrica “Expats” spazio -come ogni primo sabato del mese- alle pillole di Emanuela Verrecchia, che con “L’Ideogramma” ci trasporta in Cina. Oggi Emanuela ci parla di opportunità professionali nel settore medico. Ovviamente in Estremo Oriente.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 8 aprile, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!