sergionava

Un anno di studi in Cina – Trecentosessantottesima Puntata

In Storie di Talenti on 25 marzo 2017 at 09:00

Sono sette mesi che vivo lontano da casa, dalla mia famiglia, da tutto quello che ero abituato a vedere fin da piccolo. Stando qui ho visto una parte del mondo che in Europa crediamo di conoscere, l’Oriente. Tuttavia ho scoperto che -per la maggior parte- si tratta solo di normalissimi stereotipi, che poi si rivelano tali quando inizi a vivere inserito nella società, proprio come se fossi uno di loro“. E’ proprio il caso di dire che Gioele Leone, 16 anni, ha scoperto dall’altra parte del pianeta un mondo completamente nuovo.

Gioele parte per la Cina lo scorso anno, per un periodo di scambio studentesco: l’approdo a Pechino è indimenticabile, con il caldo soffocante e umido dell’agosto cinese.

Da Pechino si sposta a Jujiang, città dove ha luogo effettivamente il suo scambio studentesco: lì si apre per lui un mondo completamente nuovo, in termini di vita e di studio. Un altro pianeta, con altri standard e altre regole, che -all’inizio- provocano in Gioele non poche difficoltà di adattamento.

Nel giro di tre mesi, però, cambia radicalmente la sua prospettiva di vedere le cose: “la Cina mi ha sbalordito. Qualsiasi cosa da noi è considerata sbagliata qui è giusta. E viceversa“.

Col tempo Gioele comincia ad apprezzare dverse sfumature della Cina, come la cultura – “qui è ancora un concetto importantissimo“. E la concezione del merito, che nelle scuole orientali è ferrea.

I cinesi mi hanno conquistato“, riassume Gioele, alla fine del suo non semplicissimo percorso di adattamento in una cultura così diversa.

Ospite della puntata è Roberto Ruffino, segretario generale della Fondazione Intercultura. Con lui affrontiamo il tema degli scambi stidenteschi con l’Estremo Oriente. Quanti sono numericamente, e quale spirito di adattamento serve per partire?

Nella rubrica “Expats” spazio alle vostre lettere, che inviate settimanalmente a giovanitalenti@radio24.it : oggi la nostra ascoltatrice Monica ci racconta una storia di emigrazione molto particolare. In Russia. E per aviare una carriera teatrale.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 1° aprile, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Un Italiano al Tesoro UK – Trecentosessantasettesima Puntata

In Storie di Talenti on 18 marzo 2017 at 09:00

In Italia i giovani sono davvero tagliati fuori, rispetto agli altri Paesi. L’amministrazione pubblica dovrebbe iniziare a dare il buon esempio, assumendo -attraverso procedure pratiche e moderne- giovani competenti, e affidando loro responsabilità“: così Andrea Zorzetto, 22enne Policy Advisor presso il Ministero del Tesoro britannico, sintetizza il suo pensiero sulla rotta da seguire anche in Italia, sulla base della sua esperienza Oltremanica.

Andrea parte presto per l’estero, con un’esperienza in Australia fin dalle scuole superiori: dopo la maturità opta per proseguire gli studi oltreconfine, scegliendo la Gran Bretagna per iscriversi al’università.

Gli anni Oltremanica trascorrono tra scambi universitari a Hong Kong, stage tra Ministeri e Parlamento UK, e lavori per mantenersi gli studi. Senza contare i numerosi viaggi per partecipare a forum internazionali.

Alla fine del percorso universitario, arriva per lui l’occasione al Ministero del Tesoro britannico, in età -almeno per gli standard della pubblica amministrazione italiana- giovanissima.

Fin dall’inizio mi sono state affidate responsabilità importanti. L’ambiente è molto giovane e dinamico“: così Andrea descrive il proprio ambiente di lavoro. Certo, la Brexit incombe, portandosi dietro qualche ombra sul futuro… ma per il momento va bene così.

Ospite della puntata è Guido Melis, docente all’Università “La Sapienza” ed esperto di amministrazione pubblica. Con lui proviamo a capire perchè i processi di reclutamento nella PA britannica riescono ad essere efficaci e meritocratici. E come la nostra PA potrebbe migliorare in questo senso, a tutto vantaggio di giovani qualificati e brillanti.

Nella rubrica “Expats” ci trasferiamo a Berlino, per parlarvi del sito di informazione “Berlino Magazine”. Come sta raccontando la nuova emigrazione italiana nella capitale tedesca? Ce lo spiega il suo direttore, Andrea D’Addio.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 25 marzo, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

 

Una Manager in Olanda – Trecentosessantaseiesima Puntata

In Storie di Talenti on 11 marzo 2017 at 09:00

Una volta rientrata in Italia, la mia esperienza e i miei titoli non sembrarono essere presi in considerazione. La mia azienda mi propose di eseguire lo stesso lavoro che avevo interrotto due anni prima, mentre -anche volendo cercare altre proposte lavorative- le offerte erano pressochè inesistenti, il networking uno strumento sconosciuto“. Racconta così Federica Ravaglia, 34enne manager per una multinazionale olandese, il suo rientro in Italia, dopo un lungo periodo all’estero, affrontato per migliorare le proprie competenze e internazionalizzarsi, nell’ottica di una crescita professionale. Anche per questo Federica ha rifatto presto le valigie.

All’università Federica sceglie Economia delle Amministrazioni Pubbliche e delle Istituzioni Internazionali: nel corso degli studi ha modo di svolgere due esperienze all’estero.

Dopo la laurea, la consapevolezza: “mi è stata subito chiara l’assenza di opportunità di sviluppo e crescita nei settori legati ai miei studi“. Così coglie al volo l’opportunità di un’assunzione presso una grossa multinazionale americana a Milano.

L’esperienza internazionale è codificata nel DNA di Federica: accetta di seguire un progetto Oltremanica, trasferendosi a Londra. Chiusa la parentesi inglese, la svolta: prende un’aspettativa, e si iscrive ad un MBA a Barcellona.

Arrivata a 31 anni, il nuovo bivio: proseguire con un dottorato negli USA, così come le era stato proposto, o rientrare nell’organico aziendale in Italia? Federica sceglie la seconda strada.

Qui però arriva la sorpresa: il lavoro che si ritrova a fare è lo stesso che svolgeva prima di imbarcarsi nelle esperienze in UK e Spagna. “Riscontrai una forte chiusura dell’Italia al networking in senso anglosassone, e dunque all’investimento nella conoscenza di persone“.

Qualche colloquio via Skype le è sufficiente per trovare una nuova posizione in Olanda, dove ora lavora come manager per una multinazionale locale, respirando un ambiente aperto e giovane, che permette cambi di ruolo interni alla stessa azienda.

Ospite della puntata è Federico Mioni, direttore della Management School di Federmanager: con lui approfondiamo le reali e concrete opportunità di impiego in Italia per giovani manager dalla formazione internazionale.

Nella rubrica “Expats” andiamo in Spagna, per parlarvi di un network di ricercatori italiani nella Penisola Iberica. L’associazione si chiama ARIS: ce la presenta la vicepresidente Eugenia Resmini.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 18 marzo, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!