sergionava

Archive for febbraio 2017|Monthly archive page

In Erasmus a Oviedo – Trecentosessantaquattresima Puntata

In Storie di Talenti on 25 febbraio 2017 at 09:00

Mi ritengo cittadina del mondo, non semplicemente per i viaggi, o perché studio e lavoro all’estero. Ma perché non ho più barriere, non vedo limiti tra me e quello che mi capita“: riassume così Giorgia Capretti, 24enne “veterana” Erasmus, cosa ha significato per lei prendere parte a diversi programmi europei per gli scambi studenteschi nell’Unione Europea.

Giorgia si iscrive alla laurea triennale in Scienze del Turismo a Macerata: si tratta in realtà solo del primo -imprescindibile- passo, che la porterà a studiare per l’Europa.

Prima tappa un “classico” Erasmus in Portogallo – “l’anno migliore della mia vita“, ricorda. Nel Paese lusitano può anche associare la parte “pratica” dello studio a quella “teorica”, spesso preponderante in Italia.

In Portogallo Giulia torna una seconda volta, con un programma “Erasmus Placement”, grazie al quale ha modo di fare un’esperienza concreta di lavoro.

Dopo la laurea in Italia, Giulia ha modo di fare un’ulteriore esperienza di lavoro a Bruxelles. Una volta rientrata a casa, non ha però esitazioni: prende la palla al balzo e si candida per un nuovo programma Erasmus+, questa volta a Oviedo, in Spagna, incrociando studio e lavoro.

Ospite della puntata è Claudia Peritore dell’Agenzia INDIRE, con la quale commentiamo la storia di Giorgia, e allarghiamo lo sguardo alle numerose opportunità offerte dal programma Erasmus. Un programma che -proprio in queste settimane- sta festeggiando i suoi primi 30 anni.

Nella rubrica “Expats” spazio, come ogni ultimo sabato del mese, alle vostre lettere: oggi è Giulia a portare un messaggio di ottimismo dalla Germania… a tutti i suoi coetanei.

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 4 marzo, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Un Ingegnere in Danimarca – Trecentosessantatreesima Puntata

In Storie di Talenti on 18 febbraio 2017 at 09:00

In Danimarca ho scoperto una nazione dove si lavora bene, in un ambiente sano, produttivo, interessante, internazionale, non stressante, efficiente, dove la fiducia è tale che non serve timbrare l’ingresso, o portare certificati medici. Ma si lavora in maniera flessibile, ognuno ha precise responsabilità“: descrive così Simone Barbera, 36enne Technology Planner in Danimarca, l’ambiente di lavoro scandinavo.

Siciliano di origine, Simone studia Ingegneria Elettronica a Messina: dopo la laurea si trasferisce nel Centro Italia, dove fa la sua prima esperienza di lavoro e avvia un Dottorato in Ingegneria delle Telecomunicazioni, a Roma Tor Vergata.

Grazie a questo percorso ha l’occasione di approcciare il mondo universitario e del lavoro danese: nel Nord Europa Simone approda per chiudere il dottorato. E successivamente trova anche lavoro, per Nokia.

Non si ferma, Simone, avviando pure un post-doc all’università di Aalborg: questo gli consente di osservare da vicino quanto università e impresa vivano a stretto contatto, in Scandinavia. Nel frattempo Simone cambia lavoro.

La qualità della vita privata e lavorativa in Danimarca è cresciuta parecchio, rispetto ai miei anni in Italia“, annota Simone. Che -nei suoi colloqui di lavoro con la Penisola- nota alcune problematiche: la prima è che il suo curriculum viene interpretato dalle nostre risorse umane o come troppo “accademico”, o come troppo “industriale”. Manca quindi un po’ di flessibilità. La seconda è che -seppur anche nella Penisola esistano eccellenze nel suo settore di lavoro- molte posizioni di impiego risultano troppo spesso “nascoste”, non adeguatamente visibili e pubblicizzate. Perché?

Ospite della puntata è Laura di Raimondo, direttore di Asstel, associazione di categoria delle imprese che operano nel settore delle telecomunicazioni. Con  lei proviamo a tracciare un quadro della situazione occupazionale e delle opportunità di impiego in Italia, rispondendo ad alcune delle domande di Simone.

Nella rubrica “Expats” apriamo la nostra finestra sulla neonata radio web dell’associazione “Bellunesi nel Mondo”, che si rivolge ai tanti emigrati -vecchi e nuovi- della provincia di Belluno. Lo facciamo con Marco Crepaz, direttore dell’associazione.

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 25 febbraio, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Chi prova a tornare… dalla Francia – Trecentossessantaduesima Puntata

In Storie di Talenti on 11 febbraio 2017 at 09:00

Nel 2014 ho fatto domanda per il programma di rientro dei cervelli “Rita Levi Montalcini”. Mi sono ritrovata classificata nella lista delle riserve, a causa di un errore macroscopico compiuto da uno dei referenti, chiamato a valutare la mia domanda“. Olivia Caramello, 32 anni, è una ricercatrice che ci ha provato, a tornare in Italia – approfittando peraltro di un bando dedicato. Ma dal suo Paese ha ricevuto, in cambio, una grande delusione.

Olivia studia Matematica a Torino, dopodichè avvia una carriera di altissimo profilo internazionale: inizia con un dottorato presso la prestigiosa università di Cambridge, specializzandosi nella teoria dei topoi.

L’ateneo britannico le fornisce il trampolino di lancio verso il palcoscenico mondiale della ricerca. Olivia inizia a tenere seminari in giro per il mondo. Dopo il dottorato, opta per lasciare la Gran Bretagna, spostandosi in Francia, senza scartare brevi periodi di lavoro pure in università italiane, quali la Normale di Pisa e Milano.

Proprio in questo periodo Olivia si candida al bando “incriminato” per il rientro dei cervelli, sfruttando il programma dedicato che porta il nome di Rita Levi Montalcini. Un errore clamoroso in sede di valutazione la esclude dalla lista che conta, per poter rientrare.

Olivia presenta ricorso, che si rivela col tempo motivato, e nel frattempo non ferma la propria carriera, che la porta a lavorare -sempre in Francia- per l’IHES, uno dei più prestigiosi istituti di matematica pura a livello mondiale.

Olivia sogna di poter creare, in futuro, un suo gruppo di ricerca. Magari -perché no?- proprio in Italia.

Ospie della puntata è il professor Antonio Di Nola, docente di Logica Matematica all’Università di Salerno. Con lui cerchiamo di approfondire meglio la cronica emergenza italiana della “fuga dei cervelli”. E del perchè sia tanto difficile riportarli qui.

Nella rubrica “Expats” andiamo invece a presentarvi un interessante portale per la ricerca di lavoro in Repubblica Ceca, approntato dalla Camera di Commercio Italiana a Praga. E’ dedicato proprio ai connazionali che cercano opportunità di impiego ad Est. Ce ne parla Matteo Mariani, segretario generale della Camera di Commercio.

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 18 febbraio, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Startupper di Rientro – Trecentosessantunesima Puntata

In Storie di Talenti on 4 febbraio 2017 at 09:00

Sono convinto che in Italia ci siano sia i talenti, sia le opportunità, per avviare una start-up con ambizioni globali. Basta avere ancora più passione per quello che si fa, rispetto ai nostri vicini europei e americani“: parola di Vito Perrone, 41enne startupper “controesodato” nella Penisola.

E’ una storia realmente ispiratrice, quella di Vito: dopo la laurea in Ingegneria Informatica e un dottorato al Politecnico di Milano, parte per la Gran Bretagna, dove trova un’importante opportunità in ambito accademico.

Non resterà a lungo in ateneo, Vito: presto passa all’ambito privato, prima da freelance, poi in una start-up di e-commerce. “Ero un po’ timoroso a lasciare la strada della ricerca, ben pagata in Gran Bretagna: avevo in mente lo scenario italiano, dove -se un ricercatore intende percorrere questa strada- deve ripartire da meno di zero. Invece, fu esattamente il contrario“, ricorda ora.

La carriera per lui progredisce rapida – per paradosso grazie anche alla crisi finanziaria, che taglia i posti di lavoro e concentra le responsabilità in poche mani.

Poi, nel 2010, l’offerta di impiego -del tutto inattesa- che giunge dall’Italia…

A Londra stavo benissimo, avevo tanti amici, un sacco di eventi per il mio settore, mille possibilità di carriera. Non scherzo quando dico che rispondere all’offerta di lavoro italiana, molto allettante, sia stata la cosa più difficile che abbia dovuto fare finora nella mia carriera professionale“, afferma Vito. Che alla fine accetta.

Il rientro è all’interno di una grossa multinazionale dei viaggi online, dove trova un ambiente di lavoro frizzante, organizzato e motivato. Vito arriva a far assumere e rimpatriare altri giovani italiani, grazie agli incentivi fiscali della legge Controesodo.

Recentemente, l’ennesima svolta: il ramo italiano dell’azienda viene “assorbito” a livello globale. A Vito vengono offerti posizioni negli USA. Ma lui decide di restare, fondando la sua start-up in Italia.

Lo fa con il consueto entusiasmo: eppure l’ecosistema innovativo italiano avrebbe ancora tanti passi in avanti da fare, per diventare realmente competitivo, annota lui a margine…

Ospite della puntata è Paolo Cellini, docente di Marketing Strategico e Venture Partner. Con lui esploriamo vantaggi e criticità del sistema start-up italiano.

Nella rubrica “Expats” si torna in Cina, con “L’Ideogramma” di Emanuela Verrecchia. Oggi importanti aggiornamenti sulle novità legislative in materia di permessi di lavoro in Estremo Oriente. Fate bene attenzione…

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 11 febbraio, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!