sergionava

Archivio dell'autore

Storie di Talenti in Europa – Strasburgo 2017 – Trecentosettantaseiesima Puntata

In Storie di Talenti on 20 maggio 2017 at 09:00

Puntata speciale di “Giovani Talenti”, che torna -per il sesto anno- all’Europarlamento di Strasburgo, con una tavola rotonda fra giovani professionisti italiani espatriati nel cuore dell’Europa.

Oggi il nostro “parterre” comprende tre giovani al lavoro sia nelle istituzioni UE, sia nel settore delle istituzioni internazionali, tra Bruxelles e Strasburgo.

A Strasburgo “Giovani Talenti” incontra:

Greta Faggiani, 29 anni, vicecapo aggiunto del Gabinetto del Presidente dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa;

Nicolò Carboni, 29 anni, assistente parlamentare al Parlamento Europeo;

Carmen Scirè, 33 anni, assistente parlamentare al Parlamento Europeo;

Ospite insieme a loro, per commentare la nuova emigrazione professionale verso l’Europa, e valutare quanto l’UE rappresenti ancora un polo di attrazione per i nostri giovani talenti, il direttore dell’Ufficio a Milano dell’Europarlamento Bruno Marasà.

***Si chiude con questa puntata l’iniziativa “Giovani Talenti in Europa 2017”, grazie alla quale tre ascoltatori  del programma viaggeranno a Strasburgo in autunno. La prossima settimana annunceremo i loro nomi!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 27 maggio, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Una Scienziata italiana alla Casa Bianca – Trecentosettantacinquesima Puntata

In Storie di Talenti on 13 maggio 2017 at 09:00

Puntata d’eccezione, oggi a “Giovani Talenti”: ospitiamo Anna Grassellino, 35 anni, professoressa associata in Fisica al prestigioso Fermilab, nei pressi di Chicago.

Anna avvia il suo percorso nella propria città di origine, Marsala: da lì si trasferisce a Pisa, per studiare Ingegneria. Il primo contatto con gli Stati Uniti avviene proprio al Fermilab, nel 2004, con una internship.

Dopo la laurea sceglie di tornare negli USA, con un passaggio a Philadelphia per il Ph.D., prima di riapprodare in Illinois: al Fermilab entra come post-doc. Nel giro di soli cinque anni passa a ricercatrice, prima di diventare professoressa associata.

Quello che rende la storia di Anna quasi unica è il conferimento, da parte della Casa Bianca, del prestigioso Pecase Award, assegnato ai migliori giovani scienziati e ingegneri al lavoro su territorio americano. Insieme ad Anna vengono premiati anche altri due italiani.

Ospite della puntata è il professor Carlo Pagani, docente di Fisica all’Università degli Studi di Milano. Con lui commentiamo il percorso di Anna Grassellino, e sviluppiamo l’annoso tema della fuga dei cervelli dall’Italia. Insieme ai motivi che vi sottostanno.

Nella rubrica “Expats” andiamo ad approfondire il tema dei giovani medici italiani in Gran Bretagna: quale il loro futuro, dopo la Brexit? Un’associazione di medici italiani Oltremanica prova ad aiutarli. Con noi Sergio Bonini, presidente dell’Italian Medical Society of Great Britain.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 20 maggio, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Dal Cern all’Italia. Il Controesodo – Trecentosettantaquattresima Puntata

In Storie di Talenti on 6 maggio 2017 at 09:00

Tornare in Italia significa accontentarsi di uno stipendio che non arriva nemmeno alla metà di quello percepito in Svizzera, ma ritengo che la qualità della vita italiana compensi molto bene il compromesso economico da accettare“: ha le idee chiare Giovanni Bianchi, 33enne consulente informatico e startupper, rientrato in Italia dalla Svizzera, dove lavorava all’interno di uno dei centri di ricerca più importanti al mondo.

Giovanni studia Informatica all’università: in breve, approda al Cern di Ginevra, prima con una borsa di studio, poi con un contratto da post-doc.

Professionalmente, un’esperienza straordinaria, vista a posteriori: resta un “ma”, legato alla qualità della vita in Svizzera, che Giovanni non trova così stimolante.

Di qui la decisione, assolutamente a sorpresa: lasciare la Svizzera e rientrare in Italia, con un progetto di start-up, “Strappo”. Il progetto finisce successivamente in stand-by, anche a causa della poca chiarezza legislativa nel settore di attività. Giovanni “trasloca” così ad H-Farm, uno dei più noti incubatori italiani di “start-up”.

Ospite della puntata è Alessia Marsigalia, che da due anni ci segnala, mensilmente, storie di controesodati. Con lei commentiamo la storia di Giovanni Bianchi, e allarghiamo lo sguardo alla situazione dei rientri nella Penisola dall’estero. Prosegue il flusso?

Nella rubrica “Expats” parola ad Emanuela Verrecchia, con la sua rubrica mensile “L’Ideogramma”. Oggi Emanuela ci accompagna a scoprire le opportunità per i ricercatori in Cina.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 13 maggio, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

In Erasmus in Grecia – Trecentosettantatreesima Puntata

In Storie di Talenti on 29 aprile 2017 at 09:00

L’Erasmus è sicuramente un’esperienza che consiglio a tutti gli studenti universitari, perché cambia profondamente il modo di ragionare di chi lo vive“: riassume così Vitalia Pes, 21enne microbiologa tirocinante con borsa Erasmus+ ad Atene, la sua esperienza di studio all’estero.

Vitalia ha un sogno, quando si iscrive all’università: diventare una brava ricercatrice. Per questo sceglie Biotecnologie, all’Università di Sassari.

La prima esperienza Erasmus la vive in realtà in Spagna, a Bilbao: “questo primo Erasmus mi fece venire voglia di fare altre esperienze all’estero“, ricorda ora. Per questo, pochi mesi dopo il rientro, sceglie di partecipare ad un’altra borsa del programma Erasmus+, questa volta mirata al tirocinio – “Erasmus Traineeship”.

La destinazione è per molti versi singolare: la Grecia, Paese in crisi, fuori dalle tradizionali rotte estere. Eppure… Vitalia scopre una nazione che ha molto da offrire e da insegnare, al di là degli stereotipi.

Opsite della puntata è Valeria Biggi, dell’agenzia Indire. Con lei approfondiamo le opportunità di tirocinio all’estero, col programma Erasmus.

Nella rubrica “Expats” spazio come ogni ultimo sabato del mese alle vostre lettere: oggi la storia di Elisa, che ci scrive spiegandoci perchè in Italia lei ha deciso di restare.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 6 maggio, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Dall’Est all’Ovest… USA – Trecentosettantaduesima Puntata

In Storie di Talenti on 22 aprile 2017 at 09:00

Se dovessi riassumere la mia storia, mi viene da dire che è stata un tortuoso cammino all’insegna della ricerca di un ambiente aperto, multiculturale, senza pregiudizi (dove io possa anche andare in ufficio in ciabatte…), e in cui nessuno mi chieda quanti anni ho, prima di affidarmi responsabilità“. Riassume così Matteo Zanella, 34enne Senior Product Manager in California, il suo percorso internazionale.

Matteo si iscrive in Ingegneria Informatica: fin dagli anni universitari manifesta interesse verso le esperienze all’estero, con un anno di scambio alla University of California e un semestre in Erasmus a Valencia.

Nel marzo del 2007 si laurea, dopodichè inizia a lavorare nella Penisola: la svolta arriva un paio d’anni dopo, quando decide di iniziare un MBA negli Stati Uniti.

Con non pochi sacrifici, si sposta a New York, dove completa l’MBA: di fronte alla scelta se tornare in Italia o restare Oltreoceano, sceglie la seconda opzione – l’ambiente di lavoro della Penisola non lo attira nè convince più.

Tre anni fa l’ultima sfida, con il trasferimento in California: prima un passaggio a Facebook, poi l’approdo al lavoro attuale, in un’azienda che -negli anni- ha visto crescere esponenzialmente.

Ospite della puntata è il giornalista Roberto Bonzio, ideatore del progetto “Italiani di Frontiera”: con lui torniamo a parlare delle ultime novità dalla Silicon Valley. Chi sono i giovani italiani innovativi che più si stanno distinguendo nel West americano? Che aria tira, soprattutto, dopo l’arrivo di Donald Trump alla Casa Bianca?

Nella rubrica “Expats” focus su un’iniziativa estremamente interessante, che la nostra comunità di italiani in Francia ha lanciato recentemente: il portale “ViverelavorareinFrancia”, una guida pratica per i connazionali che intendono trasferirsi Oltralpe. Ce ne parla Patrizia Molteni, presidente di “Italia in Rete”.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 29 aprile, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Una Post-Doc a Colonia – Trecentosettantunesima Puntata

In Storie di Talenti on 15 aprile 2017 at 09:00

Non sarebbe corretto affermare che in Italia per me non ci fossero occasioni. Lavoro da fare ce n’era, ma limitato nel tempo, frammentato in progetti molto diversi tra loro e -soprattutto- in un tempo in cui tutto è sospeso: sia per la durata della “gavetta”, sia per la direzione in cui si andava“: così Vera Lomazzi, 38enne post-doc a Colonia, ricorda il periodo di lavoro nella Penisola.

Vera si iscrive tardi in università, dopo aver iniziato a lavorare non appena diplomatasi: una volta laureata, prosegue gli studi con un Dottorato in Sociologia e Metodologia della Ricerca Sociale. Il dottorato la porta a fare le prime esperienze di lavoro in Olanda e in Germania. Successivamente, parte anche per il Libano.

Fino al 2015, quando arriva per lei il vero “salto di qualità”: l’offerta di un posto in una università scozzese, ad Aberdeen. Posto che lei lascia un anno dopo, soprattutto per riavvicinarsi alla famiglia in Italia – cogliendo al volo l’opportunità di un post-doc al prestigioso Leibniz Institute di Colonia.

Vera in realtà si candida senza troppe speranze per il posto… e invece ecco arrivare la proposta di lavoro. In Germania scopre un mondo accademico fondato sulla meritocrazia: attualmente Vera prosegue la sua vita da pendolare tra Italia (dove ha la famiglia) e Germania (dove ha il lavoro).

Ospite della puntata è il professor Ferruccio Biolcati, docente associato di Sociologia all’Università degli Studi di Milano. Con lui ampliamo lo sguardo alle opportunità accademiche nel settore delle Scienze Sociali in Italia.

Nella rubrica “Expats” continuiamo a restare nel “mondo radiofonico”: lo facciamo parlandovi di “Radio Nuova York”, emittente web che racconta gli italiani nella Grande Mela. Con noi Alberto Polo Cretara, fondatore della radio.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 22 aprile, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Dalla Russia… per lavoro – Trecentosettantesima Puntata

In Storie di Talenti on 8 aprile 2017 at 09:00

La mia decisione di lasciare l’Italia non è stata dettata da esterofilia, ma piutttosto dalla voglia di futuro“: così Antonio Alizzi, 34enne primo presidente di una delle maggiori case editrici russe, racconta il perchè del suo espatrio a Mosca. Espatrio foriero di una carriera ad alto livello.

Antonio nasce in Germania, da genitori siciliani emigrati: a sei anni rientra nell’isola. Dopo la maturità, prende la decisione di lasciare anch’egli la Sicilia, per studiare a Milano, Scienze della Comunicazione. Più tardi si sposterà sulle Relazioni Internazionali.

Antonio completa la sua formazione con un Master -prima- e un Dottorato di Ricerca – poi, una strada che gli spalanca le porte dell’insegnamento in accademia, a Verona.

Sul medio periodo, però, cominciano a pesare le difficoltà di avere una prospettiva, in ateneo: “l’entusiasmo, che è stato il carburante per quattro anni, ad un certo punto ha ceduto il passo alla paura. Paura di non farcela, paura di aver sbagliato tutto, paura di non poter programmare il futuro senza certezze, paura di non avere più credibilità, per poter ispirare i ragazzi“, ricorda Antonio.

La decisione di spostarsi nel mondo dell’impresa è consequenziale: coglie al volo la possibilità di un lavoro presso una multinazionale italiana, che -dopo un periodo di training– lo manda in missione in Russia.

La Russia non era mai stata nei miei piani, anzi… ho reagito con un certo sconforto e sospetto, quando mi è stata prospettata come possibile destinazione“, ricorda ora Antonio.

La realtà si mostra ben diversa: nonostante le comprensibili difficoltà di adattamento, a Mosca resta circa due anni e mezzo in distacco dall’azienda italiana, prima di accettare un’offerta di impiego difficilmente rifiutabile.

Se accetti di lavorare insieme a me, cambieremo il mondo dei media. Lo faremo assieme, e non solo in Russia“, gli propone il presidente del suo attuale gruppo editoriale, uno dei più grandi nel Paese. Antonio ne è attualmente primo vicepresidente.

La Russia è un Paese di contraddizioni e forti contrasti, che vivono in una sorta di quiete cosmica“: così Antonio descrive il suo Paese “di adozione”.

Nella rubrica “Expats” ci spostiamo in Messico, per raccontarvi la nostra comunità di ricercatori espatriati nel Paese centroamericano. Lo facciamo con Emilia Giorgetti, addetta scientifica dell’Ambasciata italiana, che ne ha censito la presenza, e che sta cercando di creare forme aggregative.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 15 aprile, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Coppie che Tornano… anche dalla Silicon Valley – Trecentosessantanovesima Puntata

In Storie di Talenti on 1 aprile 2017 at 09:00

Siamo estremamente eccitati dall’idea di tornare in un ambente tecnologico giovane ed emergente, dove possiamo avere un impatto reale, riportando indietro quanto appreso in Silicon Valley“: così Stefano Bernardi, 30 anni, venture capitalist, raccontava -poco più di un anno fa e sul web- l’idea di rientrare in Italia, dopo diversi anni negli USA.

Quella che vi raccontiamo questa settimana non è una “classica” storia di rientro nella Penisola, legata al lavoro: questa settimana vi parliamo di giovani coppie che decidono di tornare in Italia -anche da destinazioni molto ambite- in primis per dare una prospettiva di qualità di vita ai propri figli.

Stefano studia Ingegneria Informatica nella Penisola, dopodichè entra presto nell’ambiente italiano delle start-up. Poi la prima “scommessa”: con la moglie Elena si trasferisce a San Francisco, dove in pochi anni si fa largo nell’ambiente delle aziende ad alto tasso innovativo e nel venture capital, che si trasformerà col tempo nella sua principale occupazione.

Infine, più recentemente, la seconda “scommessa”: il rientro in Italia con la famiglia, in Trentino, per dare priorità alla dimensione di vita, rispetto a quella lavorativa. Sotto questo punto di vista, l’Italia è “attrattiva”? Ed è in grado soprattutto di fornire prospettive di medio-lungo periodo professionali, a chi decide di investirvi?

Ospite della puntata è Elena Petrucciano, moglie di Stefano. Con lei affrontiamo -dal suo punto di vista- i motivi della scelta di rientro, focalizzandoci in particolare sul suo attuale percorso lavorativo nella Penisola. L’Italia è un Paese in grado di valorizzare talenti con esperienza internazionale alle spalle?

Nella rubrica “Expats” spazio -come ogni primo sabato del mese- alle pillole di Emanuela Verrecchia, che con “L’Ideogramma” ci trasporta in Cina. Oggi Emanuela ci parla di opportunità professionali nel settore medico. Ovviamente in Estremo Oriente.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 8 aprile, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Un anno di studi in Cina – Trecentosessantottesima Puntata

In Storie di Talenti on 25 marzo 2017 at 09:00

Sono sette mesi che vivo lontano da casa, dalla mia famiglia, da tutto quello che ero abituato a vedere fin da piccolo. Stando qui ho visto una parte del mondo che in Europa crediamo di conoscere, l’Oriente. Tuttavia ho scoperto che -per la maggior parte- si tratta solo di normalissimi stereotipi, che poi si rivelano tali quando inizi a vivere inserito nella società, proprio come se fossi uno di loro“. E’ proprio il caso di dire che Gioele Leone, 16 anni, ha scoperto dall’altra parte del pianeta un mondo completamente nuovo.

Gioele parte per la Cina lo scorso anno, per un periodo di scambio studentesco: l’approdo a Pechino è indimenticabile, con il caldo soffocante e umido dell’agosto cinese.

Da Pechino si sposta a Jujiang, città dove ha luogo effettivamente il suo scambio studentesco: lì si apre per lui un mondo completamente nuovo, in termini di vita e di studio. Un altro pianeta, con altri standard e altre regole, che -all’inizio- provocano in Gioele non poche difficoltà di adattamento.

Nel giro di tre mesi, però, cambia radicalmente la sua prospettiva di vedere le cose: “la Cina mi ha sbalordito. Qualsiasi cosa da noi è considerata sbagliata qui è giusta. E viceversa“.

Col tempo Gioele comincia ad apprezzare dverse sfumature della Cina, come la cultura – “qui è ancora un concetto importantissimo“. E la concezione del merito, che nelle scuole orientali è ferrea.

I cinesi mi hanno conquistato“, riassume Gioele, alla fine del suo non semplicissimo percorso di adattamento in una cultura così diversa.

Ospite della puntata è Roberto Ruffino, segretario generale della Fondazione Intercultura. Con lui affrontiamo il tema degli scambi stidenteschi con l’Estremo Oriente. Quanti sono numericamente, e quale spirito di adattamento serve per partire?

Nella rubrica “Expats” spazio alle vostre lettere, che inviate settimanalmente a giovanitalenti@radio24.it : oggi la nostra ascoltatrice Monica ci racconta una storia di emigrazione molto particolare. In Russia. E per aviare una carriera teatrale.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 1° aprile, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Un Italiano al Tesoro UK – Trecentosessantasettesima Puntata

In Storie di Talenti on 18 marzo 2017 at 09:00

In Italia i giovani sono davvero tagliati fuori, rispetto agli altri Paesi. L’amministrazione pubblica dovrebbe iniziare a dare il buon esempio, assumendo -attraverso procedure pratiche e moderne- giovani competenti, e affidando loro responsabilità“: così Andrea Zorzetto, 22enne Policy Advisor presso il Ministero del Tesoro britannico, sintetizza il suo pensiero sulla rotta da seguire anche in Italia, sulla base della sua esperienza Oltremanica.

Andrea parte presto per l’estero, con un’esperienza in Australia fin dalle scuole superiori: dopo la maturità opta per proseguire gli studi oltreconfine, scegliendo la Gran Bretagna per iscriversi al’università.

Gli anni Oltremanica trascorrono tra scambi universitari a Hong Kong, stage tra Ministeri e Parlamento UK, e lavori per mantenersi gli studi. Senza contare i numerosi viaggi per partecipare a forum internazionali.

Alla fine del percorso universitario, arriva per lui l’occasione al Ministero del Tesoro britannico, in età -almeno per gli standard della pubblica amministrazione italiana- giovanissima.

Fin dall’inizio mi sono state affidate responsabilità importanti. L’ambiente è molto giovane e dinamico“: così Andrea descrive il proprio ambiente di lavoro. Certo, la Brexit incombe, portandosi dietro qualche ombra sul futuro… ma per il momento va bene così.

Ospite della puntata è Guido Melis, docente all’Università “La Sapienza” ed esperto di amministrazione pubblica. Con lui proviamo a capire perchè i processi di reclutamento nella PA britannica riescono ad essere efficaci e meritocratici. E come la nostra PA potrebbe migliorare in questo senso, a tutto vantaggio di giovani qualificati e brillanti.

Nella rubrica “Expats” ci trasferiamo a Berlino, per parlarvi del sito di informazione “Berlino Magazine”. Come sta raccontando la nuova emigrazione italiana nella capitale tedesca? Ce lo spiega il suo direttore, Andrea D’Addio.

***PARTECIPA A “GIOVANI TALENTI IN EUROPA 2017: INVIA IL TUO RACCONTO E VIAGGIA FINO A STRASBURGO!***

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione, e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? Oppure sei un giovane “controesodato”, rientrato in Italia dopo diversi anni all’estero? Oppure uno straniero che ha scelto l’Italia per lavorare? Oppure ancora -infine- sei uno studente delle scuole superiori/università impegnato in un periodo di scambio oltreconfine? VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA “ON AIR”? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 25 marzo, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!