sergionava

Un Ricercatore Chimico nell’Ulster – Trecentocinquantaquattresima Puntata

In Storie di Talenti on 17 dicembre 2016 at 09:00

La stragrande maggioranza delle aziende farmaceutiche italiane non conosce il significato di PhD. Durante il colloquio bisogna spiegare cosa significhi un dottorato! All’estero invece ci sono posizioni specifiche per i dottori di ricerca, mentre molte aziende tricolori non hanno neppure, nei loro siti web, la sezione di reclutamento…“: è una denuncia precisa, quella che arriva dall’Irlanda del Nord, dove vive e lavora Domenico Crocco, 32enne ricercatore chimico.

Domenico studia Chimica e Tecnologie Farmaceutiche in Calabria, sua regione di origine. Si laurea con lode, e avvia un dottorato in Chimica a Parma. Il periodo in Emilia lo mette in contatto anche con università all’estero – Domenico può trascorrere infatti diversi mesi in Sudafrica.

Un iter di carriera così lineare si scontra con l’amara realtà alla fine del ciclo di studi: ancor prima di concludere il dottorato, Domenico si mette alla ricerca di opportunità di lavoro. Il quadro è però desolante: centinaia di curricula inviati a poteziali datori di lavoro italiani, tra impresa e università. Nessuna occasione.

Compreso l’andazzo, inviai molti curricula all’estero“, riassume lui: il primo contratto come ricercatore in azienda arriva ad Anversa, in Belgio. Al termine dell’esperienza, si rimette nuovamente alla ricerca: altri 650 curricula inviati, un numero imprecisato di colloqui svolti, e la scelta finale che ricade sull’Irlanda del Nord.

Se non vengono applicati metodi di reclutamento meritocratici, se non viene valorizzato il PhD., ci sarà un continuo flusso di giovani scienziati verso l’estero. E questa sarà una sconfitta per il nostro Paese“, riassume Domenico.

Ospite della puntata è Chiara Casari, collega di Domenico. A differenza sua, però, lei ha lavorato in Italia, prima di trasferirsi nell’Ulster. Ci racconta le principali differenze.

Nella rubrica “Expats” parliamo di un libro che prova ad affrontare la “fuga dei cervelli” in un’ottica più positiva: quella della “circolazione” delle menti. Lo facciamo prendendo spunto dal libro “Valigie – Cervelli in viaggio”, di Maria Lodovico Gullino.

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione e letti in onda alla fine di ogni mese.

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 24 dicembre, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24

Vi aspettiamo!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: