sergionava

Quote of the Week…

In Giovani Italians on 17 febbraio 2016 at 09:00

ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”! SOTTOSCRIVI L’OPZIONE CLICCANDO “FOLLOWING” IN FONDO A QUESTA PAGINA!

…non poteva che essere lo sfogo della ricercatrice Roberta D’Alessandro, che ha gelato i trionfalismi del Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. La quale -incautamente- aveva celebrato l’ottima posizione raggiunta dai ricercatori italiani nell’assegnazione delle borse dell’ERC europeo. Peccato che la stessa Giannini non avesse guardato bene le tabelle… se lo avesse fatto, avrebbe visto come più della metà dei nostri stessi ricercatori lo avesse vinto all’estero (!) Un “unicum” tra i grandi Paesi europei.

La geniale Roberta D’Alessandro non gliele ha mandate a dire: il suo sfogo su Facebook ha messo a nudo il gap tra il mondo reale dei nostri giovani all’estero, che suda ogni centimetro conquistato e quanto sa di sal lo pane altrui… e una classe politica che non sembra proprio avere grande spessore. Anche impegnandosi.

Il testo della ricercatrice Roberta D’Alessandro:

“Ministra, la prego di non vantarsi dei miei risultati.
La mia ERC e quella del collega Francesco Berto sono olandesi, non italiane. L’Italia non ci ha voluto, preferendoci, nei vari concorsi, persone che nella lista degli assegnatari dei fondi ERC non compaiono, né compariranno mai.
E così, io, Francesco e l’altra collega, Arianna Betti (che ha appena ottenuto 2 milioni di euro anche lei, da un altro ente), in 2 mesi abbiamo ottenuto 6 milioni di euro di fondi, che useremo in Olanda. L’Italia ne può evidentemente fare a meno.
Prima del colloquio per le selezioni finali dell’ERC, ero in sala d’aspetto con altri 3 italiani. Nessuno di noi lavorava in Italia. Immagino che qualcuno di loro ce l’abbia fatta, e sia compreso nella sua “lettura personale” della statistica.
Abbia almeno il garbo di non unire, al danno, la beffa, e di non appropriarsi di risultati che italiani non sono. Proprio come noi.
Vada a chiedere alla vincitrice del concorso per linguistica informatica al Politecnico di Milano (con dottorato in estetica, mentre io lavoravo in Microsoft), quante grant ha ottenuto. Vada a chiedere alle due vincitrici del concorso in linguistica inglese, senza dottorato, alla Statale di Milano, quanti fondi hanno ottenuto. Vada a chiedere alla vincitrice del concorso di linguistica inglese, specializzata in tedesco, che vinceva il concorso all’Aquila (mentre io lo vincevo a Cambridge, la settimana dopo) quanti fondi ha ottenuto.

Sono i fondi di queste persone che le permetto di contare, non i miei”.

Questa la replica successiva del Ministro Giannini. Quando la toppa è peggio del buco – soprattutto perchè la Giannini vola altissimo, eterea e leggera… senza ancora una volta capire il nocciolo del problema. Un capolavoro di nulla:

“Ogni forma di polemica penso sia inutile e sterile quando si parla di ricerca scientifica e di risultati importanti che riguardano la comunità scientifica nazionale. I ministri non si vantano di alcunchè, hanno semmai il dovere, come credo di aver fatto umilmente e gioiosamente, di felicitarsi con tutti i membri della comunità italiana. Ricordo poi che, alla fine, i ricercatori, gli studiosi e gli scienziati non sono, italiani, tedeschi, francesi o americani ma membri di una comunità che per definizione è internazionale. Quindi più cooperazione, più fondi per la ricerca, che è il nostro compito e la nostra responsabilità, e più meccanismi semplici perchè – ha concluso – non siamo solo in grado di far rientrare i nostri giovani o meno giovani che sono all’estero per ragioni di studio ma anche di attrarre sempre più e sempre meglio talenti stranieri”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: