sergionava

Cervelli e Caproni

In Fuga dei giovani on 4 giugno 2014 at 09:00

ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”! SOTTOSCRIVI L’OPZIONE CLICCANDO “FOLLOWING” IN FONDO A QUESTA PAGINA!

E’ inaccettabile la storia che all’estero vanno i cervelli, e in Italia restano i caproni“, ha attaccato pochi giorni fa il premier Matteo Renzi, aggiungendo: “non vi chiedo di credere che l’Italia sia il Paese migliore, ma usciamo dal racconto che dall’Italia se ne vanno i migliori”.

Un incoraggiamento a chi è rimasto a lottare, nell’ottica del premier, che -probabilmente poi non così convinto della bontà dell’affermazione precedente- ha precisato: “da qui a dieci anni mi immagino un’Italia smart, magari “cool” fa storcere il naso – e allora diciamo che immagino un’Italia bella, che faccia ritornare i giovani andati all’estero, perché è attrattiva“.

Questa seconda parte è certamente più condivisibile: la prima rischia infatti di nascondere la polvere sotto il tappeto. Renzi ha annunciato a questo proposito una serie di interventi, denominati “sblocca-Italia”, che dovrebbero contribuire ad ammodernare il Paese.

Personalmente non condivido il ribaltare il quadro, svalutando gli expats e rivalutando gli “staypats”, quasi a lavarsi la coscienza. Sia chi affronta tutti i disagi di una fuga obbligata, e di un reinserimento forzato in un contesto più difficile e competitivo, sia chi decide di restare e lottare contro un sistema troppo spesso corrotto, familistico feudale… merita rispetto.

C’è ancora molto lavoro da fare, per Matteo Renzi. Due recenti studi hanno lanciato l’allarme su altrettante situazioni emergenziali:

secondo l’ultimo Rapporto Annuale dell’Istat, in cinque anni 94mila giovani tra i 15 e i 34 anni hanno abbandonato il Paese. Due anni fa sono stati oltre 26mila, contro i 16mila del 2008. Sono, lo ripetiamo, numeri comunque sottostimati;

-contestualmente, Almalaurea ha ribadito il “dato dei dati” sul ritardo italiano: solo tre diplomati su dieci si iscrivono all’università, tra i 24-25enni solo il 21% degli italiani è laureato, contro il 39% della media Ocse.

Ripartiamo da qui. Da giovani e capitale umano qualificato. E innovativo.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: