sergionava

No Comment

In Fuga dei giovani on 9 aprile 2014 at 09:00

ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”! SOTTOSCRIVI L’OPZIONE CLICCANDO “FOLLOWING” IN FONDO A QUESTA PAGINA!

Ho ricevuto via Twitter la segnalazione di questo decalogo relativo al perché gli italiani lascino la Penisola per trasferirsi all’estero.

Lo ha redatto Massimo Sibilio, MD Consultant Ophthalmic Surgeon a Londra, nonchè blogger per “Il Fatto Quotidiano”.

Un solo aggettivo: “illuminante” – cliccate qui per leggerlo nella sua versione originale:

—PERCHE’ HO LASCIATO L’ITALIA—

1. Perché se mi comporto onestamente sono un fesso.

2. Perché ho bisogno delle raccomandazioni per fare. Tutto, tutto quello che mi spetta di diritto e senza raccomandazione.

3. Perché  se voglio lavorare bene sono visto male, perché ingolfo tutti gli altri, e se possono ti fanno da parte e se non possono cercano di eliminarti.

4. Perché negli ultimi 20 ( e dico venti) anni non sono riuscito a partecipare ad un concorso pubblico dove non si conoscesse già il vincitore. E perché nessuno si chiede come mai per alcuni posti non si facciano proprio, i concorsi.

5. Perché non si è mai tenuto conto di tutto quello che avevo fatto.

6. Perché si pensa sempre che siccome sei un professionista non hai bisogno di soldi (mai capita ‘sta cosa), e quindi ti pagano dopo sei mesi. O comunque ti pagano dopo sei mesi e se c’è qualche problema amministrativo non ti pagano affatto e danno per scontato che tu lo debba accettare.

7. Perché molti “manager” sono incompetenti piazzati da qualche loro amico politico ancora più ignorante.

8. Perché ho visto emeriti idioti ottenere ciò per cui io sto ancora faticando, solo perché conoscevano la persona giusta o hanno portato la borsa alla persona giusta, o hanno pagato la persona giusta, o hanno minacciato la persona giusta, oppure sono loro stessi la persona giusta, una volta tanto.

9. Perché molti di quelli che si lamentavano e predicavano di stare nelle tue stesse condizioni si sono rivelati essere i primi a volerti fregare.E ti hanno fregato senza un minimo di lealtà, voltandoti le spalle e prendendoti anche in giro.

10. Perché forse sono veramente un fesso ma anche riconoscere questo è stata una conquista che non devo a nessuno.

Advertisements
  1. Ciao Sergio, sulla falsa riga di quanto riportato mi permetto di sottoporti (se già non le conoscessi) le considerazioni di quello che considero un vero e proprio “guru” nel suo campo (disinformazione scientifica/bafalaproof/comunicazione informatica):

    http://www.attivissimo.net/me/motivi_italia_uk.htm

    E’ stato scritto qualche anno fa ma è sempre attuale: per il tono canzonatorio delle nostre istituzioni, della nostra cultura, del nostro modo di approcciarci agli altri insomma…

    Infine, credo, potrebbe risultare molto attuale vista la crescente “simpatia” degli italiani (giovani e giovanissimi) per la terra d’Albione.

    Buona lettura e un saluto.
    Simone

  2. Gentilissimo Sergio Nava,
    si è da poco aperto il bando per il Programma reclutamento di giovani ricercatori “Rita Levi Montalcini” per il rientro dei cervelli, che si propone di arrestare l’emorragia di giovani talenti in fuga. Mi permetto di postare il link con un personale commento sul bando stesso:

    http://ibietpost.wordpress.com/2014/04/15/perche-il-programma-reclutamento-di-giovani-ricercatori-rita-levi-montalcini-per-il-rientro-dei-cervelli-e-uno-specchietto-per-allodole/

    Mi piacerebbe conoscere il parere di altre persone,
    Grazie e distinti saluti
    Gaetano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: