sergionava

“Io credo ancora nell’Italia. L’Italia crede ancora in me?”

In Fuga dei giovani on 8 gennaio 2014 at 09:00

ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”! SOTTOSCRIVI L’OPZIONE CLICCANDO “FOLLOWING” IN FONDO A QUESTA PAGINA!

Prendo a prestito le parole della toscana Veronica, citate nel Messagio di Capodanno dal capo dello Stato, per il titolo del primo “post” del 2014.

Nella loro semplicità, esprimono l’ovvietà della disperazione di milioni di giovani. Giovani che, come Veronica, si sono laureati a prezzo di mille sacrifici. E ora si chiedono perchè. Che ci stupiamo ancora di un simile grido d’allarme… sinceramente mi stupisce (scusate il gioco di parole).

Qualche cifra, l’ennesima:

-secondo Anief, gli “under 35” italiani che nell’ultimo decennio sono stati costretti a recarsi all’estero sono più che raddoppiati. Da 50mila a 106mila;

-per il presidente del Cnr, Luigi Nicolais, sono 300mila gli italiani altamente qualificati che emigrano all’estero ogni anno, anche per brevi periodi. Nicolais stima -per difetto- 4mila ricercatori ogni anno. Usa (35%), UK (26%) e Francia (11%) le destinazioni preferite;

-un recente studio di Australiasoloandata sostiene che tra il 2012 e il 2013 oltre 20mila connazionali sono approdati nell’altro emisfero, superando così la quota di italiani approdata nel 1950-51. Al 30 settembre 2013, 18.610 italiani si trovavano in Australia: +116%, rispetto al settembre 2011. Crescono soprattutto i titolari dei visti vacanza-lavoro e studente.

Secondo il sondaggio internazionale di Zurich Insurance Group, infine, un italiano su tre (per la maggior parte giovane) sarebbe disposto a trasferirsi all’estero per sfuggire alla disoccupazione. Uno su quattro lo farebbe invece per cercare migliori condizioni occupazionali.

A inizio anno lanciamo HELPDESK, un’iniziativa pratica e concreta, per aiutare chi pensa di lasciare il Paese. E per favorire una sana circolazione di informazioni utili all’espatrio.

-CERCHI INFORMAZIONI SU COME LASCIARE L’ITALIA?

SCRIVI UNA E-MAIL A fugadeitalenti@gmail.com , con la tua richiesta e una e-mail di riferimento. La pubblicheremo sul blog, chiedendo ai lettori de “La Fuga dei Talenti” all’estero di rispondere e aiutarti.

-HAI INFORMAZIONI UTILI DA OFFRIRE PER L’ESPATRIO?

(offerte di lavoro, info sui visti, info su corsi di formazione, ecc.)

SCRIVI UNA E-MAIL A fugadeitalenti@gmail.com , pubblicheremo il prima possibile la segnalazione sul blog “La Fuga dei Talenti, per facilitare una cirolazione delle informazioni.

In bocca al lupo. E Buon Anno!

Advertisements
  1. Ciao Sergio… ho appena visto la mail della newsletter, non ho nemmeno letto l’articolo, ma sono sobbalzato dalla sedia solo vedendo il titolo e quello che mi viene da dire così di getto è…. certo che l’Italia crede ancora in te, finchè continua a chiedere senza dare nulla in cambio e tu continui ad abbassare la testa ed a dire “sissignore” continuerà sempre a credere in te, il vero problema è, quali sono i motivi concreti che ti fanno ancora credere nell’Italia? e non diciamoci cose tipo “gli italiani” “il made in italy” “la capacità di cavarsela sempre” “l’intraprendenza” ecc ecc ecc… sappiamo tutti che sono argomentazioni astratte prive di ogni fondamento!!!… quindi, cosa ti può dare oggi l’Italia perchè tu ci possa credere ancora?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: