sergionava

Un Designer a Bangalore

In Storie di Talenti on 28 ottobre 2013 at 09:00

Fare in Italia quanto sto facendo in India sarebbe un’utopia“: non usa mezze misure Tommaso Bistacchi, 31enne Design Leader per la sede indiana di una multinazionale asiatica.

Tommaso approda a Bangalore, dopo un percorso italiano all’insegna della scarsa valorizzazione del talento: una laurea al Politecnico di Milano (Facoltà di Design) nello zaino, inizia -come molti- collaborando con uno studio di progettazione. Un impatto col mondo del lavoro “mortificante”, lo definisce oggi, soprattutto per le condizioni economiche: partita Iva, uno stipendio lordo ridicolo, con condizioni di lavoro identiche a quelle di una persona assunta – ma senza alcun tipo di garanzia. Tommaso prova allora un’altra strada: quella della libera professione, come freelance. Lo fa, anche sulla spinta dei crescenti riconoscimenti che accumula grazie al suo lavoro.

Presto scopre però come per mantenersi debba fare non uno, ma due lavori: il designer… e pure il grafico. Il primo gli offre margini di guadagno a lunga (spesso lunghissima) scadenza, mentre il secondo riesce -almeno in teoria- a garantirgli introiti più regolari. Ma in entrambi i casi è una via crucis di contratti firmati e onorati con difficoltà, e in ritardo. Intanto il talento di Tommaso emerge, con nuove creazioni e riconoscimenti internazionali.

Prova così a inviare nuovi curricula, a Milano: si rende però presto conto come la capitale italiana del design altro non sia che un sottobosco fatto di contratti ridicoli, a 500 euro al mese, o stage gratuiti (nonostante il portfolio accumulato…). Ancora una volta l’aggettivo che Tommaso sceglie per descrivere la situazione è “mortificante”.

Ad aprile riceve una e-mail dall’India, con la proposta di un colloquio. Lo vengono a cercare dall’Asia. Lui pensa a uno scherzo, ma risponde. E’ tutto vero, invece: a contattarlo è la terza compagnia asiatica di architettura e interior design. Fa il colloquio: gli propongono un ottimo stipendio, con casa e viaggi in Italia pagati. Accetta e parte: oggi Tommaso è il numero due della sede indiana. Vive e lavora a Bangalore: lo choc culturale c’è stato, non si può certo nasconderlo. Ma il lavoro è davvero un’altra cosa, rispetto alla vecchia, vecchissima Italia.

Ospite della puntata è Giacomo Cavalleri, designer e direttore creativo: alle spalle una carriera tra Italia, UK e USA, Giacomo ha provato negli anni ad avviare progetti giovani (o legati ai giovani) in Italia. Proprio mentre preparavamo la puntata, ha però accettato un’offerta di lavoro tra Indonesia e Singapore. Anche lui, stanco di un Paese -quale è il nostro- dove i giovani non riescono mai a contare, ad esprimere appieno la propria vena creativa.

Nella rubrica “Expats” riapriamo lo spazio “Intermactive” di fine mese, con le vostre lettere. Torna a scriverci Marta, la nostra ascoltatrice espatriata a Detroit col marito. Questa volta ci invia una serie di informazioni utili: una vera e propria guida su “come fare a”, per donne che intendono fare la sua stessa scelta.

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

La discussione di ottobre: Europa, America o Asia? Quali sono le nuove mete di espatrio? Dove state orientando le vostre scelte di emigrazione?

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione e letti in onda alla fine di ogni mese.

Iniziativa Twitter – Hashtag della settimana: #espatriaremadove

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 2 novembre, dalle 13.30 alle 14 (CET), su Radio 24. Vi aspetto!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: