sergionava

Centosettantaquattresima puntata di “Giovani Talenti” – Radio 24

In Fuga dei giovani on 18 maggio 2013 at 09:00

Centosettantaquattresima puntata di “Giovani Talenti“, la trasmissione di Radio 24 che vi racconta -ogni settimana- la nuova emigrazione professionale italiana.

Giovani chirurghi con la valigia: questo il tema della puntata odierna, che ci porta fino in Brasile. Vi racconteremo una storia davvero emblematica, di un chirurgo trentenne che è andato fino a San Paolo, per trovare quelle opportunità professionali negate in Italia. O meglio, negate da un certo sistema medico italiano, dove conta più l’affiliazione del merito, dove uscire per specializzarsi all’estero viene visto con sospetto, dove si studia tanto ma si pratica poco…

Una storia che apre uno spaccato preoccupante sul mondo sanitario italiano. E sui motivi per cui, statistiche alla mano, sempre più giovani medici fuggono all’estero. Anche il protagonista della puntata odierna, prima di approdare in Brasile, ha trascorso periodi importanti di studio e di lavoro in Francia e Gran Bretagna.

Appuntamento -per saperne di più- alle 13.30 (CET) su Radio 24!

+++PARTECIPA ALLO SPAZIO “INTERNACTIVE”+++

La discussione di maggio: Quali devono essere le priorità del nuovo Governo e del nuovo Presidente della Repubblica, sul tema della fuga dei talenti e della circolazione dei talenti? Scrivete la vostra personale lettera aperta alle istituzioni: pubblicheremo le migliori sul blog di Giovani Talenti”!

Inviate le vostre lettere/spunti/riflessioni, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.itI migliori contributi saranno pubblicati sul blog ufficiale della trasmissione e letti in onda alla fine di ogni mese.

Iniziativa Twitter – Hashtag della settimana: #sialtalento

Il link alla pagina web del programma: CLICCA QUI

Il link al blog del programma: CLICCA QUI

Le frequenze di Radio 24: CLICCA QUI

Il Podcast di Radio 24 (per chi volesse ascoltare la puntata registrata o si trovasse all’estero): CLICCA QUI

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Annunci
  1. E’ certo che la specializzazione medica in Italia soprattutto nel campo chirurgico è resa difficile e la pratica della stessa molto complessa dipendendo da numerosi fattori, chi è il tuo tutor e dove vai a lavorare, perciò solo in pochi centri ospedalieri ed universitari il medico riesce a perfezionarsi davvero, anche in questo caso per mettere in opera ciò che ha imparato deve andare a lavorare dove i dirigenti della sua struttura sanitaria gli consentono di fare il suo mestiere e di crescere. Tutto ciò rischia di farlo arrivare ad un’età ragguardevole quando non c’è più il tempo per diventare davvero bravo. Perciò se un medico ha l’opportunità di lavorare in alcuni, e sono la maggioranza, Stati esteri, vedi Francia, UK, Germania, Olanda, Spagna, USA, dove viene consentito tutto ciò in tempi fisiologici e non patologici come quelli italiani, gli conviene decisamente rimanere all’estero sia per motivi di carriera scientifica che per motivi economici e di soddisfazione professionale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: