sergionava

+Boom di Emigrati nel 2012: i dati di “Giovani Talenti” sulla stampa nazionale+

In Fuga dei giovani on 7 aprile 2013 at 10:00

ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”! SOTTOSCRIVI L’OPZIONE CLICCANDO “FOLLOWING” IN FONDO A QUESTA PAGINA!

Il boom dell’emigrazione dall’Italia nel 2012, con un +30% di espatri (quasi la metà 20-40enni), ha catturato tra ieri oggi titoli e prime pagine dei giornali italiani e dei siti online, oltre che di alcuni telegiornali.

I dati sono il risultato di un lavoro di inchiesta della trasmissione “Giovani Talenti” di Radio 24, che ha scavato tra le statistiche fornite dall’Aire, l’Anagrafe Italiani Residenti Estero, per poi diffonderli in esclusiva ieri nella puntata delle 13.30.

Sono dati che testimoniano e certificano il fallimento di un’intera classe dirigente. Decine di migliaia di connazionali hanno votato il loro “no” a un certo tipo di Italia, semplicemente emigrando. E quel che è peggio, se teniamo conto che all’Aire mediamente di iscrive un espatriato su due, è che -più probabilmente- il flusso in uscita nel 2012 ammontava a circa 150mila connazionali. Il doppio delle statistiche ufficiali. E’ come se l’intera città di Cagliari si fosse trasferita all’estero“, ha commentato Sergio Nava, autore del libro e del blog “La Fuga dei Talenti”.

Di seguito una rapida rassegna stampa online – oggi troverete molti articoli anche sui giornali: per mercoledì vi promettiamo tutti i dati su questo blog, insieme a qualche dettaglio in più:

ANSA: clicca qui per leggere

REPUBBLICA: clicca qui per leggere

AGI: clicca qui per leggere

ADNKRONOS: clicca qui per leggere

IL MESSAGGERO: clicca qui per leggere

IL FATTO QUOTIDIANO: clicca qui per leggere

IL CORRIERE DELLA SERA: clicca qui per leggere

IL GIORNALE: clicca qui per leggere

Annunci
  1. Ciao, non sono purtroppo minimamente sorpreso da queste cifre, e non credo minimamente che il trend potrà cambiare nel breve periodo. Ma come fa una persona ancora giovane, piena di energie, di voglia di fare, di coraggio, di iniziativa, creatività ecc a voler rimanere in un posto in cui per fare un governo ci vogliono mesi, per fare una qualunque cosa deve saltare fra uffici, in cui tutta la macchina burocratica ti considera una scocciatura, in cui appena fatturi sei considerato un ladro evasore? Ma come si fa a spiegare ad un amico non-italiano che qui la cosa più importante è avere un buon commercialista ed un buon avvocato, prima ancora di avere una buona idea????? Mah, tanto laggiù nei palazzi del cosiddetto potere ci metteranno anni a capire dove sta il problema, figuriamoci poi a trovare la soluzione!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: