sergionava

Ricercatrice in Scozia

In Storie di Talenti on 6 febbraio 2012 at 09:00

Non credo che tornerò in Italia. Il mio Paese mi manca davvero tanto, e sarebbe bello tornare e trovare il dinamismo che ho provato qui. Ma i tempi non sono maturi: dopo essermi abituata a questi standard, farei fatica a rientrare nello schema della nostra università“.

Elisa Vignaga, 30 anni, è sincera, quando spiega perché l’Italia non rappresenti più -per lei- un Paese attrattivo: lei che in Scozia ci è arrivata seguendo un percorso ormai tradizionale, quello dell’Erasmus. Aveva già avviato, come centinaia di migliaia di suoi coetanei, un percorso di studi universitario, nel Belpaese: Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, a Trento. Poi però arriva quel benedetto periodo in Erasmus, a Glasgow. E la vita cambia di colpo: lascia l’Italia, si iscrive a un Master in Ingegneria in Scozia, avviando una carriera rapidissima. Prima un dottorato, poi un contratto come ricercatrice, infine una docenza. Il tutto tra Glasgow ed Edinburgo, le due principali città scozzesi. Avete mai visto cose del genere in Italia? Senza raccomandazioni o cooptazioni?

Se fossi rimasta in Italia non sarei mai riuscita a lavorare in laboratorio durante la laurea specialistica; né a scrivere un articolo di giornale durante il Master; né ad ottenere un dottorato di tre anni e mezzo senza alcuna competizione; né a prendere parte a conferenze internazionali; e neppure ad ottenere un assegno di ricerca alla fine del dottorato“, sintetizza Elisa.

Ospite della trasmissione è Marco Crepaz, direttore dell’Associazione Bellunesi nel Mondo e coordinatore del progetto bellunoradici.net. Prendendo spunto dalla storia di Elisa, originaria del bellunese, andiamo ad indagare -con Marco- quanto le tradizionali associazioni di emigranti stiano cominciando ad analizzare ed inglobare anche la nuova emigrazione professionale. Quella dei giovani talenti.

Nella rubrica “Spazio Emigranti” prosegue la nostra inchiesta sulle parole che fanno fuggire all’estero i nostri migliori giovani professionisti: quella di oggi è “raccomandazione”. Ne parliamo con Paolo Casicci, co-autore di “Scurriculum – Viaggio nell’Italia della Demeritocrazia”.

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Utilizza la piattaforma online “Matching”: CLICCA QUI

+++PARTECIPA ALLA NUOVA INIZIATIVA DI “GIOVANI TALENTI”+++

Intanto siete tutti invitati a compilare il “Manifesto 2012 dei Giovani Talenti”:

Inviaci la tua proposta, per rendere l’Italia un Paese di “Circolazione dei Talenti”:
1) sei un giovane professionista “under 40″ all’estero? Indicaci UN motivo che ti porterebbe a tornare
2) sei un giovane professionista “under 40″ in Italia? Indicaci UN motivo che ti aiuterebbe a restare

Inviate le vostre proposte, specificando il Paese di residenza, a: giovanitalenti@radio24.it

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 11 febbraio, dalle 13.30 alle 13.55 (CET), su Radio 24. Vi aspetto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: