sergionava

Good News and Bad News on Republic’s Day

In Fuga dei giovani on 2 giugno 2011 at 09:00

ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”, CLICCANDO IN FONDO A QUESTA PAGINA!

Due notizie, una buona e l’altra cattiva, per “festeggiare” questo 2 Giugno – Festa della Repubblica (anche la “Repubblica Diffusa dei giovani italiani all’estero”…).

La buona: secondo fonti governative, il decreto attuativo della legge bipartisan Controesodo per gli incentivi fiscali al rientro dei giovani talenti “under 40” all’estero, sta per essere firmato (o potrebbe addirittura essere già stato firmato nelle scorse ore, su questo c’è ancora un piccolo giallo). Martedì 7 giugno la presentazione ufficiale. Insomma, a brevissimo, se non già ora, la legge sarà OPERATIVA. Tutti i dettagli li potete leggere collegandovi a questo link.

La cattiva. Nonostante i mille dibattiti, ben poco è cambiato per quanto riguarda la condizione dei giovani in Italia. Lo dimostra il recente sondaggio del portale Studenti.it, così raccontato dall’agenzia ANSA: “L’Italia? Non e’ un paese per giovani. E’ la sentenza del 98% degli utenti di Studenti.it E’ il risultato di un’indagine condotta dal portale studentesco tra i suoi utenti (hanno partecipato in 880) ai quali, in occasione della Festa della repubblica del 2 giugno, e’ stato chiesto di dare un’opinione sulla qualita’ della vita e le opportunita’ che l’Italia offre ai giovani. Alla domanda ”L’Italia e’ un paese per giovani?” solo il 2% ha risposto affermativamente, sostenendo che si vive bene e che ci sono opportunita’. Il 26% invece, pur riconoscendo che in Italia si vive bene, dichiara che questo non offre opportunita’ ai giovani mentre per il 28% la situazione e’ negativa da entrambi i punti di vista, ovvero sia per la qualita’ della vita sia per le opportunita’. Drastico il restante 42% dei partecipanti al sondaggio che si definisce ”deluso” e dichiara di voler andare all’estero“.

Sul tema della condizione dei giovani in Italia, e della loro voglia di fuga all’estero, vi invitiamo a vedere la puntata del programma “Il Bene Comune”, andato in onda lunedì sera sull’emittente “Studio 1”. Tra gli ospiti, Sergio Nava, autore del libro e del blog “La Fuga dei Talenti”.

Annunci
  1. Interessante talk show. Come al solito, sull’argomento sono state dette un sacco di ‘frescacce’. Il motto ‘bisogna darsi da fare’ vale in tutto il mondo, non e’ mica la formula magica per l’Italia. Solo che darsi tanto da fare in Italia significa fare la fine del calabrone che tenta di uscire dalla finestra chiusa: steso a zampette per aria dopo una giornata di numerose testate contro un muro invisibile. Sarebbe stato interessante chiede al bancario megadirettore generale attraverso quali canali gli arrivano i curricula dei candidati ed anche in che modo i candidati hanno saputo della posizione aperta. La risposta avrebbe spiegato molte cose. La battuta finale del comico di turno poi e’ demenziale: non studiate andate a fare gli idraulici. Questo mortifica le aspirazioni personali, la voglia di mettersi alla prova con qualcosa di nuovo, di vedere se si puo’ realizzare qualcosa apparentemente irragiungibile. In una parola, tentare di realizzare un sogno, una passione, che poi diventa il modo con cui spendiamo il 50% della giornata fino alla eta’ pensionabile. Questa gente non considera le migliaia di ragazzi laureati che lavorano nei call centre nel tentativo di rendersi indipendenti dalla famiglia e magari costruirsene una. Quelli dottorati fanno invece ripetizioni private.
    Caro Sergio, le uniche cose sensate le hai dette tu: l’Italia ha il tessuto economico di una economia quasi pre industriale dove un ingegnere od un ricercatore sono inutili. E questi, prima di arrivare a pensare di aver sbagliato tutte le scelte professionali, hanno il dovere di andare dove possono essere valorizzati ed aiutati a crescere. Ma si’, sviluppiamo i brevetti all’estero, cosi’ almeno qualcosina la guadagnamo anche noi traditori della patria.
    Grazie ed a presto
    Massimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: