sergionava

Funzionaria Europea a Bruxelles

In Storie di Talenti on 24 gennaio 2011 at 09:00

+++”GIOVANI TALENTI” CAMBIA ORARIO: ALLE 13.30 (CET) SU RADIO 24+++

La storia di questa settimana prende il via una mattina, agli inizi degli anni ’90, in una piccola classe di liceo della provincia catanese. Il professore di matematica fa la domanda di rito ai suoi studenti: “cosa farete da grandi?”. Tra un ventaglio di professioni scontate e plausibili (il medico, l’avvocato, l’architetto), si alza anche la mano di Carmela Asero. “Io vorrei lavorare in ambito internazionale”, dice Carmela di fronte a una classe incredula. Molti la prendono in giro, per quella affermazione. Quindici anni dopo, la scommessa è stata vinta.

Per arrivarci, però Carmela sarà obbligata a percorrere una strada tutta in salita: prima il negoziato con i genitori, che preferirebbero per lei una laurea più sicura in “Ingegneria”. Lei concorda -con una mediazione- l’iscrizione alla Facoltà di Economia a Catania. Approfitta però, durante gli studi, di un periodo di Erasmus a Liegi, che la convince ulteriormente a inseguire la sua vocazione internazionale.

Si laurea pochi mesi prima dell’11 settembre 2001, finendo nelle fauci della crisi economica che ne consegue: nell’anno successivo i suoi colloqui in giro per l’Italia si risolvono nel nulla. Fino a quando partecipa a una jobfair a Catania: lì viene a sapere dell’opportunità di partecipare a programmi di stage negli Stati Uniti. Detto fatto: pochi mesi dopo eccola al lavoro, cone trainee, in un’agenzia web di Atlanta.

I problemi maggiori iniziano al suo rientro in Sicilia: le agenzie interinali e le aziende definiscono “strano” il suo profilo, facendole chiaramente capire che la laurea non serve. Sarebbe stato stato molto meglio -per lei- un diploma in ragioneria.

Carmela non si perde d’animo: si iscrive in sequenza a due Master (in Studi Diplomatici e in eBusiness), utilizzando anche delle borse di studio, fino a quando una multinazionale europea attiva nel settore delle telecomunicazioni satellitari non le offre uno stage a Parigi, per lavorare a un progetto europeo. E’ l’occasione del la vita: conclusa l’esperienza, Carmela si sposta a Bruxelles, come stagista della Commissione Europea, prima di uscirne per lavorare in un’importante multinazionale giapponese. Infine, vince due concorsi per agenti contrattuali nelle istituzioni europee: prima approda al Comitato delle Regioni, poi alla Commissione Europea, come Project Officer alla Direzione Società dell’Informazione e Media. “Quando torno in Italia vedo desolazione: i miei amici di Catania mi consigliano di restare dove sono“, conclude amara Carmela. Il cui contratto con l’Ue scade alla fine di quest’anno. Ma non ha paura: la precarietà, nel centronord Europa, ha un sapore diverso. Vive e si regge su un mercato del lavoro più mobile e aperto.

Ospite della puntata è il professor Andrea Pierucci, per molti anni funzionario della Commissione Europea e del Comitato Economico Sociale Europeo a Bruxelles, nonché docente universitario a Napoli. Con lui parliamo delle opportunità che l’Europa offre ai giovani talenti italiani dal profilo e dalla vocazione internazionale. Sia attraverso i suoi programmi di esperienze all’estero, sia come datore di lavoro diretto.

Nella rubrica “Spazio Emigranti” ospitiamo Paolo Strino, presidente di Alma, l’associazione che riunisce i nostri avvocati e professionisti del settore legale, al lavoro o in esperienza di studio negli Stati Uniti.

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Utilizza la piattaforma online “Matching”: CLICCA QUI

La discussione di questa settimana: Europa e Unione Europea quali ancore di salvezza per i giovani italiani che rifuggono il provincialismo e la mentalità relazionale/familistica del Belpaese. Siete d’accordo? Avete esperienze personali da raccontare, al riguardo?

Scrivi la tua a: giovanitalenti@radio24.it

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 29 gennaio, dalle 13.30 alle 13.55 (CET), su Radio 24. Vi aspetto!

 


  1. Caro Sergio
    seguo sempre volentieri quando posso la trasmissione e l’intervista di Frattini in questa puntata è veramente nulla. Le solite parole della nostra classe politica che fanno solo piangere. Piangere di rabbia e in questo caso ancora di più quando lo stesso ministro si abbandona quando dice più o meno “…. e mi sento fiero quando sento di Italiani che si fanno onore all’Estero”. Sì, Sì. Peccato che quei grandi cervelli in questo momento stanno aumentando il divario tra gli altri Paesi e la nostra cara amata Italia. E poi ancora cosa fa la nostra cara politica … passa 6 mesi a censire questi personaggi !!! Bello devo dire a Frattini che è molto forte e lo ripeto molto forte impiegare 6 mesi per censire le attività degli Italiani all’Estero per cosa ? Per sapere cosa fanno ? Mi sembra veramente il nulla o no ???? Sto leggendo in giro sul WEB tante e tante persone che sono emigrate e non ritornano mai in ITalia caro Frattini anche se le condate le tasse a vita perchè tanto in Italia non troverebbero quello che trovano adesso all’Estero. Caro ministro Frattini ma ci vuole tanto per capirla ?
    Sergio vorrei tanto che il mio pensiero giungesse al nostro ministro che quello che stanno facendo non è che è poco non è niente.
    Saluti
    Walter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: