sergionava

Consulente Manageriale a Parigi

In Storie di Talenti on 5 luglio 2010 at 09:00

Definire gli obiettivi mi è sempre sembrata un’azione complessa in Italia. Mi è sembrato che le promozioni fossero sempre legate a circostanze terze (nel bene e nel male), e non necessariamente al valore del singolo“: così Carlo Luigi Fontana Giusti descrive l’ambiente di lavoro che -pur giovanissimo, a soli 26 anni- lo ha spinto a lasciare il Belpaese, con destinazione Parigi.

“La Francia mi è sembrata diversa”, spiega: laureato con lode in Economia Monetaria alla Luiss, Carlo inizia presto a lavorare nel settore della consulenza, anche se sempre nell’ambito delle multinazionali. A Roma ne cambia due, approdando alla Bain & Company nel 2005. Tre anni dopo viene promosso, appena prima di partire per New York, dove si trasferisce alla Columbia University per svolgere un periodo di studi post-graduate. Al ritorno in Europa decide di lasciare la sede italiana della propria azienda, per trasferirsi in Francia.

Due i motivi che lo spingono a lasciare l’Italia: il tema della valorizzazione dell’esperienza internazionale (“La Francia offre -più del Belpaese- un ambiente internazionale e di vero scambio con altre nazioni europee”), e “la tentazione di raggiungere un mercato del lavoro più competitivo e trasparente, corrispondente a una certa idea di meritocrazia”.

Infine la consapevolezza che, anche in un momento di crisi, Oltralpe “un neolaureato di una buona università si sente ricercato da diverse aziende”. E’ in questo scarto che Carlo vede nella Francia il Paese del suo presente e del suo prossimo futuro.

Ospite della puntata è il professor Mario Comana della Luiss, con il quale affrontiamo il tema della “fuga dei talenti” nel settore delle discipline economiche, con tutti i rischi derivanti -per il nostro Paese- da questa fuoriuscita di cervelli.

Nella rubrica “Spazio Emigranti” intervistiamo infine Marco Sgroi, presidente del “Chapter” italiano di BAIA, la Business Association Italy America, organizzazione-ponte tra la West Coast statunitense e il Belpaese, il cui scopo principale è quello di importare innovazione (con la “I” maiuscola) anche al di qua dell’Oceano.

Ascolta la puntata collegandoti alla pagina di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

Leggi il blog di “Giovani Talenti” sul sito di Radio 24: CLICCA QUI

La nuova discussione lanciata in trasmissione: Secondo l’associazione Nova, che raggruppa i nostri studenti di Mba negli Stati Uniti, solo uno studente di Master in Business Administration su tre torna in Italia dopo la specializzazione Oltreoceano. Non è forse questa una clamorosa perdita secca per la crescita e lo sviluppo del sistema-Paese? Cosa li respinge? Un Paese incapace di offrire loro posizioni di livello, o una classe dirigente che non sa (o non vuole) selezionare i più brilanti e preparati?

Scrivi la tua a: giovanitalenti@radio24.it

SEI UN GIOVANE “UNDER 40″ ESPATRIATO ALL’ESTERO? VUOI RACCONTARCI LA TUA STORIA? Per contattare la trasmissione: giovanitalenti@radio24.it

Alla prossima puntata: sabato 10 luglio, dalle 15 alle 15.30 (CET), su Radio 24. Vi aspetto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: