sergionava

+Fuga dei Talenti: l’Italia perde Miliardi+

In Fuga dei giovani on 14 dicembre 2010 at 12:00

COMUNICATO DELLA TRASMISSIONE “GIOVANI TALENTI” – RADIO 24

Giovani Talenti: “ Secondo  i dati Istat l’investimento in capitale umano che viene perso per l’espatrio dei laureati ammonta a 851 milioni e 760mila dollari. Secondo Confimprese ammonterebbe a ben 5 miliardi e 915 milioni di dollari.

I giovani laureati che lasciano l’italia non rappresentano solo una perdita in termini sociali, ma anche economici. Un dato scientifico in questo senso non è mai stato calcolato, ma la trasmissione “Giovani Talenti” (che ogni sabato alle 15 -su Radio 24- si occupa dei giovani laureati che emigrano per lavorare), ha elaborato un valore sulla base di dati ufficiali e ricerche indipendenti.

Utilizzando i dati Ocse sui costi dell’istruzione (Rapporto “Education at a glance”), “Giovani Talenti” ha stimato un costo prudenziale di 130mila dollari complessivi per laureato (dato relativo all’intero ciclo di studi, dalla suola primaria all’università), a carico del sistema-Paese.

Sulla base degli ultimi dati Istat, relativi ai cambi di residenza nel 2008, l’investimento in capitale umano che viene perso per l’espatrio dei laureati (6552 unità nel 2008), ammonta -secondo “Giovani Talenti”- a 851 milioni e 760mila dollari: il dato Istat non tiene però conto dei numerosi laureati trasferitisi all’estero senza modificare la propria residenza.

Questo costo si moltiplicherebbe però addirittura per cinque, sulla base della recente ricerca di Confimprese. Secondo cui 65mila giovani -tra i 20 e i 32 anni- lasciano ogni anno la Penisola. Il 70% di loro sono laureati (45mila e 500) In questo caso, la perdita secca annua per l’Italia in termini di capitale umano laureato emigrato, sempre secondo “Giovani Talenti”, ammonterebbe a ben 5 miliardi e 915 milioni di dollari.

Si tratta ovviamente di stime indicative, ma che rendono l’idea della perdita. Le stime si riferiscono al solo investimento educativo del sistema-Paese sui laureati. Se allargato ai diplomati, salirebbero ulteriormente.

In base alle storie raccolte dalla trasmissione “Giovani Talenti” a Radio 24 , solo una minoranza di questi laureati fa ritorno, rendendo la perdita sopra stimata -di fatto- irreversibile.

Alcuni altri numeri sul fenomeno della emigrazione dei talenti emergono da un’indagine a puntate, realizzata dalla trasmissione di Radio 24 nei mesi di ottobre, novembre e dicembre, per raccogliere elementi concreti sulla nuova emigrazione professionale.

Ecco i principali dati raccolti: il ricercatore Lorenzo Beltrame (autore del paper “Realtà e retorica del brain drain in Italia”) ha stimato in 410mila i laureati italiani all’estero. Il saldo netto tra “cervelli” in entrata e in uscita è sfavorevole: uno contro tre. L’immigrazione in Italia appare scarsamente qualificata, mentre la nostra emigrazione è -al contrario- qualificata. Per l’Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali del Cnr, circa 25mila professionisti italiani occupano posizioni di alto livello negli Usa. 3500 di loro ricoprono posizioni di ricerca o docenza nelle università americane. Per la ricercatrice Simona Monteleone (autrice del paper “Analisi Multivariata delle tendenze migratorie dei ricercatori italiani all’estero”), il 70% dei ricercatori “under 40″ intervistati mostra bassa o nulla propensione a rientrare in Italia. Per Almalaurea, oltre il 50% dei laureati italiani all’estero afferma di non pensarci proprio, a rientrare (il flusso in uscita è quadruplicato -secondo Almalaurea- in meno di dieci anni). Infine, secondo il ricercatore Alvise Del Prà (centro Altreitalie), Barcellona e Berlino sono tra le città-simbolo della nuova emigrazione giovane. Il capoluogo catalano ha registrato in dieci anni (dal 2000) un +400% di italiani residenti: il 70% di loro ha meno di 35 anni.

“Giovani Talenti” è la prima trasmissione radiofonica in Italia a raccontare settimanalmente la nuova emigrazione professionale qualificata, di giovani “under 40″. E’ in onda il sabato, dalle 15 alle 15.30. La conduce Sergio Nava, 35 anni, giornalista di Radio 24.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.060 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: